CRONACA - ITALIA

la vicenda

Aggressione Manuel Bortuzzo: "Volevano colpire un esponente dei Casalesi"

Gli inquirenti proseguono con le indagini. E spuntano nuove indiscrezioni sul vero obiettivo di Bazzano e Marinelli
manuel bortuzzo (foto facebook)
Manuel Bortuzzo (foto Facebook)

Proseguono le indagini riguardanti l'aggressione di Manuel Bortuzzo.

Le nuove indiscrezioni fornite dalla Squadra Mobile portano a indizi sempre più precisi su chi fosse il vero obiettivo di Daniele Bazzano e Lorenzo Marinelli, i due ragazzi che hanno sparato al 19enne delle Fiamme Gialle, nella notte tra sabato 2 e domenica 3 febbraio, per poi scappare in motorino.

A quanto sembra i malviventi volevano colpire un uomo tra i 35 e i 40 anni appartenente al clan dei Casalesi. Si tratterebbe di un appassionato di boxe e noto ad Acilia, frazione di Roma, per essere stato protagonista in passato di diverse scazzottate.

E in effetti, poco prima della sparatoria, nel pub O'Connell c'era stato un violento confronto tra una ventina di persone, terminato a calci e pugni. Poi la tragedia in cui è stato coinvolto l'atleta assieme alla ragazza di 16 anni, fortunatamente illesa.

L'audio di Manuel diffuso sulla pagina Facebook a lui dedicata

Intanto nei giorni precedenti Bortuzzo ha dato segnali di grande forza interiore dall'ospedale San Camillo di Roma dove si trova ricoverato. Il messaggio di ringraziamento ai suoi sostenitori ha fatto rapidamente il giro del web e lascia ben sperare per il futuro.

(Unioneonline/M)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...