ECONOMIA

dall'1 dicembre

Tirrenia, stop alle tratte da e per l'Isola: i sindacati chiedono un incontro a De Micheli

La scelta della compagnia comporterebbe l'esubero di centinaia di marittimi
una nave tirrenia (archivio l unione sarda)
Una nave Tirrenia (archivio L'Unione Sarda)

I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti hanno chiesto "un incontro urgente" al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli in merito all'annuncio di Tirrenia sullo stop alle principali tratte marittime da e per la Sardegna, dall'1 dicembre.

"Vorremmo comprendere chiaramente la questione - scrivono le tre organizzazioni sindacali - su quanto denunciato e annunciato dalla stessa Tirrenia Cin, adducendo la scelta di interrompere alcuni collegamenti all'assoluta mancanza ad oggi di precise comunicazioni circa la proroga della convenzione".

"La volontà manifestata da Tirrenia Cin - spiegano nella lettera all'esponente del governo Conte - di interrompere i servizi di trasporto sulle rotte Termoli-Tremiti, Genova-Olbia-Arbatax, Napoli-Cagliari, Cagliari-Palermo, Civitavecchia-Arbatax-Cagliari, provocherebbe nell'immediato un impatto sulla forza lavoro, stimabile in circa 500 marittimi in esubero oltre alle evidenti e pesanti limitazioni ai servizi di continuità territoriale".

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}