ECONOMIA

lavoro

Nuovi sgravi per apprendisti e lavoratori under 35

Agevolazioni fino al 100% per le assunzioni di giovani che arrivano dal Sud, anche per contratti a tempo indeterminato
foto simbolo (pixabay)
Foto simbolo (Pixabay)

Buone notizie nel mondo del lavoro.

Arrivano nel 2020 nuove norme per le assunzioni agevolate in azienda, mentre vengono confermate altre misure come quella sugli apprendisti e sull'occupazione degli under 35, che hanno coinvolto nel 2018 quasi 135.000 persone e 91.536 nei primi 10 mesi del 2019.

Ecco in sintesi le strade (vecchie e nuove) per assumere pagando meno contributi.

BONUS ECCELLENZE - Da quest'anno dovrebbe arrivare il Bonus eccellenze per l'assunzione di giovani laureati brillanti con l'esonero per 12 mesi dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro e un limite di 8.000 euro. Vale per gli under 30 con laurea specialistica con 110 e lode e media ponderata non inferiore a 108/110.

APPRENDISTATO PRIMO LIVELLO - Le aziende che hanno fino a 9 dipendenti possono assumere con un contratto di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale nel 2020 (la norma non è strutturale) con l'azzeramento dei contributi per i primi 36 mesi di rapporto per i giovani tra i 15 e i 25 anni. Per gli anni di contratto di apprendistato successivi al terzo, l'aliquota resta al 10%.

AGEVOLAZIONI APPRENDISTATO - Si possono assumere giovani tra i 15 e i 29 anni con contratto a tempo indeterminato a causa mista (lavoro e formazione) con sgravi contributivi differenziati. I datori di lavoro con un numero di dipendenti superiore a 9 hanno una aliquota contributiva pari al 10%.

UNDER 35 - Sarà ancora possibile per le aziende assumere lavoratori under 35 con uno sgravio del 50% dei contributi con un limite fissato a 3.000 euro annui per un anno. L'agevolazione sale al 100% per i giovani del Sud e vale sia per le assunzioni a tempo indeterminato sia per le trasformazioni di contratti a termine in contratti stabili.

CASSINTEGRATI - L'impresa che assume con contratto a tempo pieno e indeterminato un lavoratore in cassa integrazione da almeno tre mesi ha una riduzione dell'aliquota contributiva per 12 mesi a livello di quella per gli apprendisti (al 10%).

REDDITO DI CITTADINANZA - È previsto l'esonero del versamento dei contributi a carico del lavoratore e del datore di lavoro nel caso di assunzione a tempo pieno e indeterminato di un beneficiario del Reddito di Cittadinanza con esclusione dei contributi Inail. Il limite è nell'importo mensile del Rdc che spetta al lavoratore all'atto dell'assunzione, con un tetto mensile di 780 euro. La durata dipende dalle mensilità già fruite e raggiunge al massimo 18 mesi.

"QUOTE ROSA" - È previsto uno sgravio del 50% dei contributi per un massimo di 18 mesi per le donne con oltre 50 anni e disoccupate da almeno 12 mesi e per quelle assunte in settori con alta disparità (almeno il 25%) nell'occupazione tra uomini e donne.

OVER 50 DISOCCUPATI - I datori di lavoro privati che assumono persone over 50, disoccupate da oltre 12 mesi, hanno uno sgravio contributivo del 50% per 12 mesi in caso di contratto a termine e di 18 mesi nel caso di assunzione a tempo indeterminato.

DISABILI - Sono previste anche agevolazioni per l'assunzione di disabili per 36 mesi pari al 70% della retribuzione mensile lorda, in caso di assunzione di disabili con riduzione della capacità lavorativa superiore al 79%, e del 35% della retribuzione mensile lorda in caso di assunzione di disabili con riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79%.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...