ECONOMIA

reddito di cittadinanza

Al via la selezione dei navigator. In Sardegna tutto pronto per il bando regionale VIDEO

Ecco i requisiti richiesti e lo stipendio annuo

Nell'Isola, dopo l'ultimo faccia a faccia tra Governo e Regioni, tutto è pronto per il bando di selezione regionale, con un accento sulla qualità professionale, dei navigator.

"Dovranno essere - le parole di Alessandra Zedda, assessore regionale al Lavoro - persone estremamente preparate perché dovranno essere in grado di aiutare persone che si trovano in uno stato di difficoltà".

Sul bando la Regione è pronta a indire il concorso ma chiede di poter avere voce in capitolo sui criteri di selezione e modalità. Come confermato da Zedda: "Crediamo che le Regioni debbano avere la possibilità di partecipare alla selezione. Noi ci proveremo".

Intanto, a livello nazionale, dalle 10 di questa mattina, è possibile candidarsi alla prova di selezione per diventare uno dei 3.000 navigator che aiuteranno i beneficiari del reddito di cittadinanza a orientarsi nel mercato del lavoro.

Il bando è stato infatti pubblicato sul sito http://selezionenavigator.anpalservizi.it.

Per accedere alla selezione è necessario essere in possesso di un Pin Inps, o delle credenziali Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure Cns (Carta Nazionale dei Servizi).

L'incarico di collaborazione avrà durata fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo pari a 27.338,76 euro, con oltre 300 euro lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l'espletamento dell'incarico (viaggio, vitto e alloggio).

La presentazione on line della domanda è l'unica modalità prevista per poter partecipare alla selezione.

Le candidature devono essere inviate entro l'8 maggio.

"Il navigator - spiega una nota dell'Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro - sarà la figura centrale dell’assistenza tecnica fornita da Anpal Servizi Spa ai centri per l’impiego, selezionata e formata per supportarne i servizi e per integrarsi nel nuovo contesto caratterizzato dall’introduzione del reddito di cittadinanza, per il quale l’obiettivo è di assicurare assistenza tecnica ai centri per l'impiego, valorizzando le politiche attive regionali, anche in una logica di case management da integrare e da implementare con le metodologie e tecniche innovative che saranno adottate per il reddito di cittadinanza".

(Unioneonline/F-D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...