CRONACA - MONDO

Migranti, il Papa vede i filmati dei lager libici: "Riportarli indietro? Pensarci bene"

un fermo immagine di uno dei video girati nei centri di detenzione libici
Un fermo immagine di uno dei video girati nei centri di detenzione libici

Torture, sevizie, maltrattamenti e umiliazioni ai danni di migranti rinchiusi nei centri di detenzione in Libia.

A immortalare le violenze alcuni video - di cui alcuni fermo immagine sono stati pubblicati da "L'Avvenire" - che Papa Francesco ha voluto vedere.

Secondo quanto riporta il giornale cattolico, le immagini mostrano uomini legati per i piedi, grondanti di sangue, umiliati e picchiati oppure presi a sprangate o ancora colpiti con un machete.

Nel quotidiano della Conferenza episcopale italiana si legge come i filmati, spesso girati per estorcere del denaro alle famiglie delle persone imprigionate, mostrino scene di "terrificante crudeltà", che testimonierebbero le condizioni di migliaia di persone private della libertà in quelli che sono stati definiti dei veri e propri "lager"..

"Ho visto un filmato in cui si vede cosa succede a coloro che sono mandati indietro e che sono ripresi dai trafficanti" , ha detto il Pontefice, rientrato in Vaticano dopo la visita in Irlanda.

Bergoglio aveva saputo che persone a lui vicine erano in possesso dei video che dimostrerebbero come il Paese africano non rappresenti un "porto sicuro".

Alludendo a chi vorrebbe respingere i migranti, ha commentato: "Prima di mandarli indietro si deve pensare bene".

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...