CRONACA - MONDO

Trump, dazi sul made in China per 50 miliardi. L'ira di Pechino: "Rappresaglie"

donald trump
Donald Trump

Svolta negli Usa nel corso della notte: il presidente Donald Trump ha approvato i dazi sulle importazioni dalla Cina per un valore di 50 miliardi di dollari.

Come riporta il Wall Street Journal, il numero uno di Washington dovrebbe annunciare durante la giornata una lista con tutti i beni che saranno soggetti al dazio del 25%.

La decisione - alla cui base c'è una sorta di "punizione" nei confronti di Pechino, accusata di appropriarsi di tecnologie americane e di violare le norme sulla proprietà intellettuale - è arrivata alla fine di un incontro fra Trump e alti funzionari della Casa Bianca.

Non è chiaro, invece, quando le tariffe di protezione potranno entrare in vigore. Ma si sa già, invece, che a fine mese verranno rese note le strette sugli investimenti cinesi negli Usa.

LA REPLICA - E Pechino promette rappresaglie: "Se la parte statunitense adotta misure unilaterali di protezionismo e danneggia gli interessi cinesi, allora risponderemo immediatamente e prenderemo le misure necessarie per salvaguardare i nostri legittimi diritti e interessi", ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri Geng Shuang. "Tutte le operazioni commerciali negoziate dalle due parti - ha aggiunto - non avranno effetto se gli Stati Uniti adotteranno le tariffe".

(Unioneonline/s.s.-L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...