POLITICA

Urbanistica, cancellato Pps centrodestra
Si torna al Piano paesaggistico di Soru

Azzerato dalla Giunta regionale della Sardegna il Piano paesaggistico varato dal precedente governatore Ugo Cappellacci.
una spiaggia in sardegna
Una spiaggia in Sardegna

La Giunta regionale della Sardegna, guidata da Francesco Pigliaru, azzera il Piano paesaggistico dei sardi (Pps) varato dal precedente esecutivo di centrodestra presieduto da Ugo Cappellacci. Le norme tecniche di attuazione e le altre regole che modificavano la prima versione del Piano paesaggistico regionale (Ppr) del 2006 - quando a capo della Regione c'era Renato Soru - avevano infiammato la campagna elettorale dello scorso febbraio e acceso lo scontro tra Pigliaru e Cappellacci. L'approvazione definitiva delle revisione del Piano era arrivata, infatti, a soli due giorni dal voto per le regionali. Una delibera che era stata subito revocata nella prima seduta della Giunta Pigliaru e oggi arriva la cancellazione anche dell'atto preliminare - datato ottobre 2013 - nel processo di revisione del vecchio Ppr, tranne che per l'aggiornamento dei beni paesaggistici, aggiornati all'ottobre 2014. Sulla revisione preliminare del Piano si erano espressi anche gli ambientalisti che hanno presentato un ricorso al presidente della Repubblica poi finito davanti al Tar, che ha fissato la prima udienza per martedì 14 ottobre. Un'appuntamento nel quale, vista la decisione di oggi, dovrebbe venir meno l'oggetto del contendere. Contro le modifiche alla pianificazione di Soru c'era anche anche il ministero dei Beni Culturali che aveva eccepito la mancanza di condivisione del percorso. Viene a cadere anche l'impugnazione del Governo davanti alla Corte Costituzionale. Nel Pps del centrodestra i vincoli nella fascia costiera erano stati rivisti per dare la possibilità di intervenire, ristrutturando e, in alcune ipotesi, ampliando l'esistente. Più libertà di manovra era prevista anche in alcune parti dei centri storici ed era stata inserita l'edificabilità nelle campagne su un minimo di un ettaro di estensione. Assieme al recepimento del piano casa e della legge sul golf vi era stato anche l'aggiornamento dell'istituto dell'intesa per Puc più veloci.

La revoca della delibera 45/2 dell'ottobre 2013 è stata discussa dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore dell'Urbanistica, Cristiano Erriu. Lo stesso Erriu ha portato in Giunta la nuova legge urbanistica che modificherà e supererà il Piano casa: "Norme per il miglioramento del patrimonio edilizio e per la semplificazione e il riordino di disposizioni in materia urbanistica ed edilizia".


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...