CRONACA - ITALIA

taranto

Ilva, i Verdi: "Seicento bimbi nati con malformazioni congenite tra il 2002 e il 2015"

Emerge da uno studio dell'Istituto Superiore di Sanità. "Perché il governo nasconde questo dato", attacca Angelo Bonelli, coordinatore nazionale dei Verdi
lo stabilimento dell ilva visto dai tetti del quartiere tamburi (ansa)
Lo stabilimento dell'Ilva visto dai tetti del quartiere Tamburi (Ansa)

Seicento bambini "nati con malformazioni congenite tra il 2002 e il 2015 a Taranto".

Il dato, contenuto in uno studio epidemiologico dell'Istituto superiore di sanità, è stato portato all'attenzione dal coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli.

Che accusa: "Una notizia che non fa notizia. Perché il governo non ne parla? Perchè questi dati non sono stati resi pubblici? Forse perché a maggio c'erano le elezioni?"

"Una storia che si ripete - continua Bonelli - era già accaduto nel 2012. Il governo ha deciso di non presentare l'indagine nel mese di maggio, rinviando tutto al mese di luglio, ovvero dopo le elezioni europee. Il governo pentastellato sta facendo esattamente quello che fece il governo Monti con ministro dell'Ambiente Clini, quando attese seimesi prima di presentare l'indagine".

Da uno stralcio dell'indagine, afferma Bonelli, "si legge che a Taranto si continua a morire e i rischi di morte legati all'inquinamento sono aumentati nonostante le rassicurazioni del governo".

"Perchè i ministri dell'Ambiente, della Salute e dello Sviluppo Economico Costa, Grillo e Di Maio non hanno reso pubblica questa notizia? In un altro Paese europeo questo sarebbe uno scandalo che porterebbe alle dimissioni di esponenti del governo", conclude il coordinatore dei Verdi.

(Unioneonline/L)

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...