CRONACA - ITALIA

il caso

Congresso delle Famiglie, Conte nega il marchio di Palazzo Chigi

Dopo le polemiche dei giorni scorsi, quando Di Maio ha definito "destra di sfigati" quella che scenderà in piazza a Verona
giuseppe conte parla con i giornalisti a bruxelles (ansa)
Giuseppe Conte parla con i giornalisti a Bruxelles (Ansa)

Scompare il logo di Palazzo Chigi dal Congresso Mondiale delle Famiglie che si terrà a Verona dal 29 al 31 marzo.

Lo fanno sapere Giuseppe Conte e i presidente e vice del XIII Congresso Mondiale delle Famiglie, Antonio Brandi e Jacopo Coghe.

"Il patrocionio - ha scritto ieri su Facebook Conte - è stato concesso dal ministro Lorenzo Fontana, di sua iniziativa, nell'ambito delle sue prerogative, senza il mio personale coinvolgimento né quello collegiale del governo. All'esito di un'approfondita istruttoria, e dopo un'attenta valutazione dei molteplici profili coinvolti, ho comunicato al ministro Fontana la opportunità che il riferimento alla presidenza del Consiglio sia eliminato".

Il post di Conte

"Questo governo - ha aggiunto il premier - si propone di tutelare la famiglia fondata sul matrimonio, senza che questo possa in alcun modo compromettere il riconoscimento giuridico e la piena legittimazione delle unioni civili e delle diverse forme di convivenze basate su vincoli di natura affettiva".

E oggi Antonio Brandi e Jacopo Coghe hanno fatto sapere che stanno modificando il logo: "Abbiamo ricevuto la diffida ad utilizzare il marchio di Palazzo Chigi, il cambio del logo è in corso".

Lorenzo Fontana invece chiarisce che resta il patrocinio del ministero della Famiglia.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...