CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

il ritrovamento

Oggetto sospetto in fondo al mare: area interdetta a Sant'Antioco

Nella stessa zona sarebbero riemersi anche reperti archeologici
la guardia costiera di sant antioco (l unione sarda scano)
La Guardia Costiera di Sant'Antioco (L'Unione Sarda - Scano)

Il ritrovamento, da parte di un pescatore sub, di un oggetto metallico sospetto ha costretto la Capitaneria di Porto di Sant'Antioco a interdire una piccola porzione di specchio acqueo a Capo Sperone.

L'oggetto, lungo circa mezzo metro, è stato notato da un sommozzatore che stava battendo la zona antistante la punta meridionale dell'isola di Sant'Antioco. L'involucro si troverebbe su un fondale di circa 20 metri e, benché non si abbia certezza, potrebbe essere assimilabile in via teorica a un ordigno.

Nei pressi anche una vecchia postazione dell'ultima guerra.

Pertanto in via precauzionale la Guardia costiera ha adottato il provvedimento di chiusura parziale dello specchio di mare antistante Capo Sperone. Nei pressi sarebbero emersi inoltre reperti archeologici. Anche questa è circostanza che deve essere appurata e si potrà fare solo all'inizio della settimana prossima quando è previsto un miglioramento delle condizioni meteo marine che ora invece consigliano il rinvio di ogni tipo di intervento.

Della vicenda è stata informata anche l'amministrazione comunale antiochense.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}