ECONOMIA

l'operazione

Blitz notturno di Intesa Sanpaolo: offerta per Ubi Banca VIDEO

"La banca che nascerà dall'integrazione potrà essere leader in Europa", spiega il Ceo di Intesa Carlo Messina

Nella notte, a sorpresa, Intesa Sanpaolo ha lanciato un'offerta pubblica di scambio volontario sulla totalità di azioni di Ubi Banca, che ha appena presentato il suo nuovo piano industriale al 2022 (che prevedeva 2mila esuberi e la chiusura di 175 filiali). L'obiettivo è acquisire l'intero capitale sociale di Ubi per la successiva fusione.

Un'operazione non concordata, ma neanche ostile. L'offerta prevede che ogni dieci azioni di Ubi Banca portate in adesione saranno corrisposte 17 azioni ordinarie di Intesa di nuova emissione.

È il Ceo di Intesa Carlo Messina, in una dichiarazione diffusa in mattinata, a spiegare l'operazione: "Il nostro settore, a livello europeo, è entrato in una nuova fase che richiede maggiori dimensioni, una più ampia capacità di investire e l'adozione di un nuovo modello di finanza sostenibile. Grazie a questa operazione, la banca che nascerà dall'integrazione tra Intesa e Ubi potrà essere uno dei leader del sistema bancario europeo".

Il cda di Intesa sottoporrà all'assemblea straordinaria convocata per il 27 aprile la proposta di aumento di capitale a servizio dell'offerta.

Una volta perfezionata l'offerta, Intesa avrà accesso ad oltre tre milioni di clienti di Ubi Banca, tra retail, pmi e private distanding.

Entro venti giorni l'istituto bancario presenterà a Consob il documento dell'offerta e le istanze per l'ottenimento delle autorizzazioni da parte di Bce, Banca d'Italia e autorità straniere interessate all'operazione.

Portando a termine l'operazione, Intesa consoliderebbe il proprio ruolo di prima banca italiana. Tra gli obiettivi - si legge in una nota - c'è quello di realizzare entro il 2022 utili superiori ai sei miliardi.

L'operazione coinvolge anche Bper e UnipolSai. La prima ha sottoscritto con Intesa un contratto che prevede, in caso di successo dell'offerta, l'acquisto di un ramo d'azienda composto da circa 1,2 milioni di clienti del Nord Italia. La seconda riceverà i rami d'azienda delle compagnie assicurative Bancassurance Popolari, Lombarda Vita e Aviva Vita, tutte partecipate da Ubi Banca.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...