ECONOMIA

i fondi

Dall'Anas 35 milioni per il risanamento delle strade sarde

L'assessore Frongia esulta: "Primi risultati concreti dell'azione svolta in questi mesi dalla Regione"

"I 35 milioni appena sbloccati con accordo quadro rappresentano i primi risultati concreti dell'azione svolta in questi mesi dalla Regione, volta a incrementare gli appalti, accelerare la spendita in Sardegna dei finanziamenti destinati alle strade e, laddove possibile, far sì che gli appalti siano suddivisi per importi più piccoli in maniera tale da non precludere la partecipazione delle imprese sarde ai bandi di gara".

Con queste parole l'assessore ai Lavori Pubblici Roberto Frongia ha commentato la pubblicazione delle gare pubbliche indette da Anas per interventi di manutenzione finalizzati al risanamento strutturale e alla messa in sicurezza delle opere d'arte stradali, come ponti, viadotti e attraversamenti, della Sardegna.

Si tratta, nello specifico, di sette accordi quadro pubblicati in Gazzetta Ufficiale, per 7 interventi stradali (manutenzioni) del valore di 5 milioni l'uno.

"Il recepimento tramite pubblicazione dei sette accordi quadro per interventi in tutta l'Isola - prosegue Frongia - fa parte dell'intesa siglata a settembre nell'Assessorato dei Lavori Pubblici alla presenza dei vertici di Anas e testimonia l'attenzione della Regione, altissima, sul dossier strade, che ancora una volta non temo a definire dramma della Sardegna".

Dopo gli accordi raggiunti sulla 130 e sulla 554 grazie ai quali l'Anas procederà con la progettazione definitiva dei tratti interessati, si sta procedendo ora all'appalto di nuove opere in accordo quadro con l'obiettivo, richiesto dalla Regione, di garantire efficienza.

"Come Assessorato - prosegue Frongia - abbiamo chiesto e ottenuto appalti di importo contenuto per consentire anche alle nostre imprese di poter accedere ai bandi di gara. Il fatto che non venga preclusa la partecipazione delle imprese sarde è un risultato straordinario".

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...