ECONOMIA

Moda sostenibile

Anche Chanel dice basta alle pellicce e alle pelli di animali esotici

La maison francese sceglie la linea della sostenibilità
un fermo immagine dalla campagna peta di elisabetta canalis contro le pellicce (ansa)
Un fermo immagine dalla campagna Peta di Elisabetta Canalis contro le pellicce (Ansa)

Il marchio francese Chanel si aggiunge all'elenco delle case di moda che hanno detto basta all'uso di pellicce e pelli di animali esotici, puntando alla sostenibilità delle collezioni e a una clientela sempre più "ecofriendly".

L'uso di pelli di animali esotici come coccodrilli, lucertole, serpenti e razze dovrà quindi essere interrotto, mantenendo solo quello di animali già utilizzati nella produzione alimentare, e questo per un cambio di passo etico, certo, ma anche perché è diventato sempre più difficile documentare la provenienza di questi capi.

Il Tweet di Elisabetta Canalis

E l'iniziativa di Chanel si guadagna il plauso di Elisabetta Canalis, che negli anni è diventata una delle testimonial più convinte della battaglia contro le pellicce non ecologiche e di una nuova sensibilità green anche in fatto di look.

(Unioneonline/b.m.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...