CRONACA - MONDO

Scontri e caos in Libia: il governo dichiara lo stato d'emergenza a Tripoli

tripoli un uomo mostra la sua auto crivellata (foto ansa)
Tripoli, un uomo mostra la sua auto crivellata (foto Ansa)

Il consiglio presidenziale libico guidato da Fayez al Sarraj ha proclamato lo stato d'emergenza a Tripoli per gli scontri tra milizie che si stanno verificando intorno alla Capitale.

Una decisione che ha lo scopo di "proteggere i cittadini e la sicurezza, gli impianti e le istituzioni vitali che richiedono tutte le necessarie misure militari e civili", si legge nel comunicato ufficiale del governo.

Violenti i combattimenti lungo la strada che porta all'aeroporto.

Il governo definisce gli scontri un "attentato alla sicurezza della capitale e dei suoi abitanti, davanti ai quali non si può restare in silenzio, con l'obiettivo di interrompere il processo pacifico di transizione politica e minare gli sforzi per arrivare alla stabilizzazione del Paese".

Il consiglio presidenziale invita le milizie a rispettare la tregua e ad interrompere le operazioni militari che hanno nel mirino proprio Tripoli.

"Stiamo avanzando lungo la direttrice sud, nei pressi dell'aeroporto", è invece il proclama della settima Brigata.

(Unioneonline/L)

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...