CRONACA - MONDO

Il ministro Moavero: "I migranti di oggi cercano un futuro migliore, come i nostri avi"

il ministro del esteri enzo moavero milanesi (foto ansa)
Il ministro del Esteri Enzo Moavero Milanesi. (Foto Ansa)

Nell'anniversario della tragedia di Marcinelle, il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi ha ricordato le vittime italiane della miniera di Bois du Cazier, quelle 136 anime che "lasciarono le terre natie cercando all'estero un futuro migliore per sé e per i propri figli".

L'Italia ha voluto omaggiare la data simbolo dell'8 agosto 1956 con l'istituzione della Giornata del Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo, un tema ancora oggi di drammatica attualità, che offre lo spunto al responsabile della Farnesina per un parallelo tra il passato e il presente: "Riflettiamo con consapevolezza e giusto orgoglio su queste esperienze di molti fra i nostri padri e nonni. Riconosciamo, con convinto rispetto, il loro inestimabile contributo alla storia d'Italia e dei luoghi dove si recarono. Non scordiamoci mai dei loro sacrifici. Pensiamoci, quando vediamo arrivare in Europa i migranti della nostra travagliata epoca".

Marcinelle come monito per tutti coloro che hanno responsabilità politiche e l'incarico di legiferare in materia di sicurezza sul lavoro e di immigrazione, anche a livello europeo, perché, come ricorda ancora Moavero: "Stiamo discutendo molto, negli ultimi anni, di rinnovamento europeo, di rilancio dell'Unione in una maggiore sintonia con i suoi cittadini. In una simile prospettiva, come chiesto da più parti, va data priorità all'Europa sociale, a un coerente tessuto di regole europee adeguate a garantire l'idonea tutela di chi lavora e una severa prevenzione degli incidenti nei luoghi di lavoro".

Ma il parallelismo tra gli emigranti italiani di un tempo e i migranti che ogni giorno arrivano nel nostro Paese non è andato giù ad alcuni esponenti del partito Fratelli d'Italia, con il capogurppo alla Camera Francesco Lollobrigida che ha replicato piccato al ministro degli Esteri: "Il richiamo di Moavero o è inutile o è fuorviante rispetto alla necessaria azione per impedire una invasione di clandestini che con gli emigranti italiani non c'entra nulla. Il ministro degli Esteri eviti paragoni impropri e offensivi".

(Unioneonline/b.m.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...