VIDEOGALLERY - SPETTACOLI

Due storie di assassini, il tour da Arzachena

Due storie di assassini celebri per un'unica pièce teatrale. Da una parte il Riccardo III di William Shakespeare e dall'altra Jean-Claude Romand, sedicente medico e pluriomicida francese che nel 1993 sterminò la propria famiglia. Nell'ambito del circuito CeDac arriva nell'isola "Riccardo3 / L'avversario" di Francesco Niccolini.
Prima tappa mercoledì 12 febbraio alle 21 all'AMA / Auditorium Multidisciplinare di Arzachena, in collaborazione con Deamater. Poi lo spettacolo sarà rappresentato giovedì 13 febbraio al Teatro Civico di Alghero e venerdì 14 fal Teatro Comunale di San Gavino Monreale, sempre alle 21. Il tour su chiude sabato 15 febbraio alle 20.45 al Teatro Centrale di Carbonia. Sul palco Enzo Vetrano (il maestro nel film "Pinocchio" di Matteo Garrone) e Stefano Randisi, che firmano pure la regia. Entrambi provengono dal visionario teatro di Leo De Berardinis e sono cofondatori di Diablogues, tra le compagnie più interessanti della scena contemporanea: Premio ETI-Gli Olimpici del Teatro per "Le smanie per la villeggiatura".
Con loro Giovanni Moschella, attore dall'intensa carriera teatrale (è stato anche Paolo Borsellino in "Novantadue" di Claudio Fava) e televisiva ("Il commissario Montalbano").
"Riccardo3 / L'avversario" (produzione Arca Azzurra Produzioni, con scene e costumi di Mela Dell'Erba e luci di Max Mugnai) affronta il tema dell'assassinio, l'infrazione di uno dei più antichi tabù, mettendo a confronto il capolavoro del Bardo inglese con la vicenda di Jean-Claude Romand. Come scritto nelle note di regia, "Riccardo III, oggi demone recluso e indomito, viene qui sottratto al medioevo inglese e diventa abitante del presente, imprigionato (forse) tra le mura di un manicomio criminale, in uno spazio algido dove tutto è fatto della stessa sostanza degli incubi, il protagonista rivive il proprio dramma, tra i fantasmi, nel corso di un singolare esperimento terapeutico o magari prima che gli venga somministrata la dose fatale, come estrema forma di espiazione o unica possibile catarsi".
Ecco alcune immagini dello spettacolo fornite dall'ufficio stampa.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...