FOTOGALLERY - CRONACA ITALIA

#AccaddeOggi: 27 marzo 1975, al cinema il primo film della saga Fantozzi

Il ragionier Ugo Fantozzi, prototipo dell'italiano medio e sfortunato, sbarca nelle sale
accaddeoggi 27 marzo 1975 il ragionier fantozzi per la prima volta nelle sale
#AccaddeOggi: 27 marzo 1975, il ragionier Fantozzi per la prima volta nelle sale
il primo film della fortunatissima saga che vede protagonista paolo villaggio esce a 4 anni di distanza dal best seller cui ispirato
Il primo film della fortunatissima saga che vede protagonista Paolo Villaggio esce a 4 anni di distanza dal best seller cui è ispirato
usciranno altri nove film e il protagonista sempre lui paolo villaggio
Usciranno altri nove film, e il protagonista è sempre lui: Paolo Villaggio
con la moglie pina e la figlia mariangela
Con la moglie Pina e la figlia Mariangela
il ragionier filini collega di ugo fantozzi
Il ragionier Filini, collega di Ugo Fantozzi
il direttore megagalattico
Il direttore megagalattico
la locandina del film
La locandina del film
una scena
Una scena
l amore mai corrisposto per la signorina silvani
L'amore, mai corrisposto, per la signorina Silvani
la famosa scena in cui cerca di prendere il tram al volo
La famosa scena in cui cerca di prendere il tram al volo
di

Esattamente 45 anni fa il pubblico cinematografico iniziava a conoscere il ragionier Ugo Fantozzi.
Il primo film della fortunatissima saga (ce ne saranno ben dieci) arriva a quattro anni dall'omonimo best seller da oltre un milione di copie.
Sposato con Pina, casalinga disperata e non di bell'aspetto, e padre di Mariangela, creatura dall'aspetto mostruoso, la vita del ragionier Ugo Fantozzi è un susseguirsi di umiliazioni e fallimenti.
Sul lavoro, dove viene sempre sfruttato e calpestato. Ma non solo: innamorato della signorina Silvani, spesso e volentieri si fa usare e umiliare dalla donna (che prova per lui disprezzo e un certo disgusto), per poi rifugiarsi puntualmente tra le braccia della sua Pina, a cui al posto del "Ti amo" dice sempre "Ti stimo tantissimo".
Fantozzi è "il prototipo del tapino, ovvero la quintessenza della nullità", dice Villaggio del suo personaggio.
"Il mondo - queste le parole dell'attore - è fatto per la maggior parte da persone che nella vita hanno fallito. Grazie a Fantozzi ho fatto in modo che alcuni neppure si accorgessero di essere nullità. O al limite ho fatto sì che non si sentissero soli".
Il personaggio di Ugo Fantozzi è rimasto nella storia della comicità italiana.
(Unioneonline/L)
Marzo 2020
Febbraio 2020

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...