FOTOGALLERY - CRONACA ITALIA

#AccaddeOggi: 17 settembre 2009, ucciso in Afghanistan un parà sardo

Matteo Mureddu è vittima di un attentato rivendicato dai talebani. Con lui muoiono altri cinque parà
accaddeoggi 17 settembre 2009 dieci anni fa la morte del par sardo matteo mureddu
#AccaddeOggi: 17 settembre 2009, dieci anni fa la morte del parà sardo Matteo Mureddu
mureddu muore in un attentato a kabul assieme ad altri cinque par (archivio l unione sarda)
Mureddu muore in un attentato a Kabul assieme ad altri cinque parà (Archivio L'Unione Sarda)
a sinistra con il primo caporal maggiore davide ricchiuto (archivio l unione sarda)
A sinistra, con il primo caporal maggiore Davide Ricchiuto (Archivio L'Unione Sarda)
il luogo dell attentato (archivio l unione sarda)
Il luogo dell'attentato (Archivio L'Unione Sarda)
26 anni era di solarussa (archivio l unione sarda chergia)
26 anni, era di Solarussa (Archivio L'Unione Sarda - Chergia)
avrebbe dovuto sposarsi nel giugno successivo (archivio l unione sarda chergia)
Avrebbe dovuto sposarsi nel giugno successivo (Archivio L'Unione Sarda - Chergia)
i funerali (archivio l unione sarda chergia)
I funerali (Archivio L'Unione Sarda - Chergia)
tutta solarussa si stringe intorno al dolore della famiglia (archivio l unione sarda chergia)
Tutta Solarussa si stringe intorno al dolore della famiglia (Archivio L'Unione Sarda - Chergia)
giorgio napolitano rende omaggio a una delle salme (archivio l unione sarda)
Giorgio Napolitano rende omaggio a una delle salme (Archivio L'Unione Sarda)
di

Sono trascorsi 10 anni dal giorno in cui Matteo Mureddu veniva ucciso in un feroce attentato rivendicato dai talebani, in Afghanistan.
Matteo, parà della Folgore, aveva solo 26 anni e un appuntamento importante. A giugno del 2010 avrebbe raggiunto la sua fidanzata all'altare.
Il destino però vuole diversamente: quel 16 settembre del 2009 alle 12:10 ora locale (9:40 in Italia) c'è anche lui a bordo di uno dei convogli investiti dall'esplosione di una Toyota bianca carica di tritolo, a Kabul.
L'urto è violentissimo: scaglia il primo blindato all'esterno della strada e colpisce il secondo sulle parte anteriore. Muoiono Matteo e altri cinque parà: sono il tenente Antonio Fortunato, 35 anni, il primo caporal maggiore Davide Ricchiuto, 26 anni, il sergente maggiore Roberto Valente, 37 anni, il primo caporal maggiore Giandomenico Pistonami, 26 anni, e il primo caporal maggiore Massimiliano Randino, 32 anni. Vittime anche quindici civili afgani. Una sessantina i feriti, tra cui quattro militari italiani.
"Per l’Italia - si legge su L'Unione Sarda - non era stato versato mai tanto sangue in una missione all’estero dopo Nassiriya".
La notizia getta nello sconforto la sua città, Solarussa. "Dovevano dirci che questa è una guerra, non una missione di pace", il grido sconsolato della madre.
(Unioneonline/D)
Settembre 2019
Agosto 2019

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...