POLITICA

parla il neoassessore

Rotte Olbia, anche Fasolino attacca la giunta Pigliaru: "Il caos è colpa loro"

Il sindaco di Golfo Aranci, entrato nella giunta regionale con delega alla Programmazione, difende Solinas: "Situazione ereditata, chi lo attacca è un grillo parlante"

Dopo il pressing del presidente Christian Solinas sulle compagnie aeree volto a garantire un ponte pasquale senza sorprese e con più posti disponibili sulle tratte in contuinità territoriale da e per Olbia con destinazione Roma e Milano, parla il sindaco di Golfo Aranci Giuseppe Fasolino, da pochi giorni nominato assessore regionale alla Programmazione.

"La partita sulla continuità territoriale non è certo facile e il risultato è ancora del tutto incerto, i fatti dimostrano come l'impegno quotidiano del presidente Solinas e di questa Giunta sia quello di evitare che Air Italy lasci la Sardegna e che nessun posto di lavoro venga messo a rischio, ma pensare di addossare a Solinas la responsabilità sul caos dei cieli è una offesa all'intelligenza delle persone", dichiara Fasolino.

Aggiungendo: "Bisogna ricordare a tanti grilli parlanti che voler far credere che una settimana di operatività, incontri e di proposte di Christian Solinas siano la causa della situazione attuale è come cancellare e dimenticarsi di quello che è successo nei cinque anni precedenti. La problematica soprattutto sullo scalo olbiese non è certamente frutto dell'attività di questa giunta, che altro non ha potuto che prendere atto degli esiti di una gara sulla continuità territoriale che ha prodotto questo 'caos' e soddisfatto in maniera disomogenea le esigenze e le aspettative di chi vive nell'Isola".

Fasolino, poi, pensa alle prossime mosse: "Ora ci vuole il massimo impegno a tutti i livelli, perché questa è una trattativa delicata. È fondamentale scongiurare scelte che comportino un disimpegno di Air Italy sul Costa Smeralda e generino un gravissimo danno occupazionale ed economico al tessuto sociale di questo territorio".

"È indubbio - conclude Fasolino - che su questa problematica la Regione stia cercando di porre rimedio: serve non compromettere il già delicato sistema e risolvere lo squilibrio tariffario che è stato creato sui tre aeroporti di Olbia, Alghero e Cagliari, ma soprattutto tutelare il posto di lavoro di oltre 500 dipendenti della compagnia ex Meridiana".

Proprio ieri, una nota della Presidenza della Regione ha annunciato che Air Italy si è impegnata, in coerenza con l'accordo stipulato ieri a Roma con i vettori, a operare ulteriori rotazioni su Roma e su Milano con atterraggio a Malpensa.

L.P.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...