CRONACA - MONDO

Gran Bretagna

Brexit, il 29 gennaio la discussione del "piano B". I labour non escludono un nuovo referendum

Secondo il governo il referendum non sarebbe invece un "buon modo per procedere"
immagine simbolo (ansa)
Immagine simbolo (Ansa)

Mentre continua a prendere sempre più piede l'ipotesi di un rinvio della Brexit, con la proroga dell'articolo 50 dal 29 marzo a giugno per superare lo scoglio dele elezioni europee, è stato fissato a martedì 29 gennaio il dibattito e il voto del parlamento britannico sul "piano B" sulla Brexit che la premier Theresa May dovrebbe presentare alla Camera dei Comuni lunedì.

Ad annunciarlo la leader della Camera dei Comuni, Andrea Leadsom.

Nel frattempo il leader del partito laburista, Jeremy Corbyn, ha chiesto alla premier Theresa May di rimuovere l'opzione del "no deal". Ha inoltre affermato che "tutte le opzioni sono sul tavolo" per la Brexit, chiarendo che il Labour non esclude un secondo referendum. Brandon Lewis, alto rappresentante dei Tory, ha invece riferito che il governo non pensa che un nuovo referendum sia "il buon modo di procedere".

L'ipotesi del secondo referendum è stata sino ad oggi esclusa da Theresa May, che ha sempre sottolineato come i britannici si siano già espressi in merito con il referendum del 2016.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...