CRONACA - ITALIA

i dati sul covid

Indice Rt sopra quota 1,25 quasi ovunque. In Sardegna è 1,16

Diffuso il nuovo monitoraggio Iss-ministero sull'indice di trasmissione del virus
(ansa)
(Ansa)

Massima allerta Covid in tutta Italia, con l'Istituto Superiore di Sanità, in tandem con il ministero della Salute, che ha diffuso i dati del nuovo monitoraggio settimanale sulla pandemia, relativo alla settimana 12-18 ottobre 2020 (aggiornato al 20 ottobre 2020).

Riflettori puntati sull'indice Rt (ovvero l'indicatore che descrive il tasso di contagiosità dopo l'applicazione delle misure atte a contenere il diffondersi della malattia), spia della capacità di trasmissione del virus da persona a persona.

A inizio epidemia il valore-soglia di guardia era stato posto a quota 1.

In 19 Regioni (compresi i territori delle Province Autonome di Trento e Bolzano) l'indice Rt di trasmissione del Covid-19 è ora schizzato sopra quota 1.25, tranne che in Basilicata (0.95) e in Sardegna (1,16).

Picco in Valle d'Aosta con Rt di 2,37. Segue il Piemonte con 1,83. La Lombardia a 1,64, la Campania è a 1,45, il Lazio a 1,38.

Ecco nel dettaglio l'Rt regione per regione in base al rapporto Iss-ministero della Salute: Abruzzo 1,5

Basilicata 0,95

Calabria 1,29

Campania 1,45

Emilia Romagna 1,52

Friuli VG 1,38

Lazio 1,38

Liguria 1,46

Lombardia 1,64

Marche 1,47

Molise 1,45

Piemonte 1,83

Prov. Autonoma Bolzano 1,8

Prov. Autonoma Trento 1,26

Puglia 1,52

Sardegna 1,16

Sicilia 1,28

Toscana 1,51

Umbria 1,69

Valle D'Aosta 2,37 Veneto 1,54.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}