CRONACA - ITALIA

Sul Grand Combin

Incidente in montagna: muoiono due alpinisti

Il dramma è avvenuto sotto il Colle Meitin, a 3.500 metri di quota
gran combin (foto google maps)
Gran Combin (foto Google Maps)

Travolti da una scarica di sassi nella notte mentre erano lanciati verso la vetta del Grand Combin, massiccio a poca distanza dal confine tra Italia e Svizzera.

Così sono morti la guida alpina del Cervino Federico Daricou, 38 anni, di Chatillon, e il suo cliente, Nicolò Morano, di Vercelli.

L'incidente è avvenuto alle 5 di questa mattina sotto il col du Meitin, a 3.500 metri di quota, mentre sulla zona si abbatteva un violento temporale.

I due erano partiti alle 3 dalla Cabane du Valsorey per un'ascensione impegnativa tra roccia e ghiaccio. La cordata è stata colpita dai sassi mentre affrontava una zona di misto, proprio sotto una bastionata di roccia. Forse a scatenare la scarica è stato proprio il temporale.

A dare l'allarme con il telefono è stato Daricou, guida della società del Cervino, ferito ma cosciente. I primi tentativi di raggiungere il luogo dell'incidente con l'elicottero si sono arrestati quasi subito a causa del maltempo e della nebbia in quota.

Solo verso le 10,30 gli svizzeri - che avevano organizzato anche una squadra a piedi - sono riusciti a sorvolare la zona e a calarsi per recuperare i due alpinisti. Per Nicolò Morano non c'era più nulla da fare, mentre Federico Daricou è stato elitrasportato all'ospedale di Sion. Le sue condizioni sono parse subito molto critiche, ed è morto alle 13.

Oltre ai due sono stati coinvolti nell'incidente anche tre olandesi, due dei quali sono rimasti feriti ma in modo non grave.

Intanto nel Monviso un alpinista tedesco è precipitato per sessanta metri riportando una brutta lesione. Assistito dal soccorso alpino non è in pericolo di vita.

(Unioneonline/M)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...