CRONACA - ITALIA

Roma

Auto a fuoco davanti alla casa famiglia creata dal Capitano Ultimo

Dal 3 settembre l'uomo che catturò Totò Riina è senza scorta
il capitano ultimo nella casa famiglia alla periferia di roma (ansa)
Il Capitano Ultimo nella casa famiglia alla periferia di Roma (Ansa)

Un'auto rubata data alle fiamme alla periferia di Roma, davanti alla falconeria e alla casa famiglia gestite dall'Associazione fondata dal colonnello Sergio De Caprio, il Capitano Ultimo che coordinò l'arresto del boss di Cosa Nostra Toto Riina.

A spegnere le fiamme, divampate intorno alla mezzanotte di ieri, sono intervenuti i vigili del fuoco, chiamati dai volontari che si occupano dei minorenni ospiti della casa famiglia.

"Un avvertimento? – commenta il Capitano Ultimo - Questo lo valuteranno il prefetto di Roma Paola Basilone e gli esperti dell'Ucis (l'ufficio che assegna le scorte), che sanno leggere molto bene i segnali concreti di pericolo".

All'ex simbolo della lotta alla mafia, oggi in forze ai Carabinieri forestali e oggetto di ripetute minacce, lo scorso 3 settembre non è stata confermata la scorta, perché, si legge nella motivazione, "non risultano "segnali di pericolo".

(Unioneonline/b.m.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...