CRONACA SARDEGNA - MEDIO CAMPIDANO

l'iniziativa

San Gavino, la piazza ripulita dal disabile

Pasquale Marongiu, 70 anni, pensionato e portatore di handicap si è preso cura del suo paese
pasquale marongiu (archivio l unione sarda)
Pasquale Marongiu (archivio L'Unione Sarda)

Le piazze e le strade sono sporche? Da tempo molti cittadini si sono attivati per ripulire il paese dai rifiuti e non mancano le iniziative originali. Pasquale Marongiu, 70 anni, pensionato e portatore di handicap, ha segnalato più volte al Comune il degrado della piazza della musica, abbellita alcuni anni fa da diversi splendidi murales realizzati dall'associazione culturale Skizzo.

L'intervento

Così, stanco di non essere stato ascoltato, ha deciso di intervenire direttamente: «Ma», racconta il pensionato, «non potevo farlo io a causa dei miei impedimenti fisici, ho pagato un amico per far pulire il parco della musica. Devo dire che alla fine il Comune ha mandato almeno un operaio per portar via il mucchio delle erbacce come mi era stato promesso dall'assessore all'Ambiente Libero Lai. Ci sono molte zone degradate del paese e non mi stancherò di fare le segnalazioni da libero cittadino».

Il pensionato

Marongiu è conosciuto per le sue battaglie a favore della gente e, in particolare, a favore dei più deboli: «L'obiettivo è contribuire a migliorare il nostro paese: non mi stuferò di bacchettare i nostri amministratori anche se vado d'accordo con tutti, ma distinguo l'amicizia dal piano politico. Con il mio gesto ho voluto dare un segnale concreto. In passato per anni informavo attraverso una radio locale e sono stato consigliere comunale per due consiliature. Ci sono tanti problemi del paese che segnalo con spirito costruttivo anche se qualche volta questo non piace a tutti. Da anni si aspetta il rilancio dell'area della vecchia stazione e sono ancora fermi i lavori per la costruzione dei nuovi ponti sul rio Malu».

La speranza

Il pensionato battagliero segue anche le strade per il possibile sviluppo del paese: «Aspetto con ansia i lavori della costruzione del nuovo ospedale i cui lavori dovrebbero partire entro la fine dell'anno. Sono arrivato anche a chiedere le dimissioni del sindaco Carlo Tomasi per il trasferimento del servizio di diabetologia dall'ospedale di San Gavino al poliambulatorio. La mia schiettezza non piace a tutti ma credo nella libertà di pensiero e nel confronto delle idee. Gli amministratori locali? Possono fare molto di più per il rilancio del paese che negli ultimi anni ha perso la sua centralità economica e culturale».

Gigi Pittau

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}