CULTURA

Contamination Lab, sei start up in gara nella finale del 25 marzo

la presentazione dell appuntamento del 25 marzo
La presentazione dell'appuntamento del 25 marzo

Sei start up in gara e 24 partecipanti a contendersi la vittoria nella finale regionale del Contamination Lab, iniziativa dell'Università di Cagliari al quinto anno d'età.

Il percorso, lanciato e curato dall'ateneo del capoluogo, è teso a costruire e indirizzare alla cultura d'impresa, ed è stato premiato dal ministero per lo Sviluppo economico quale format ideale nell'ambito della formazione avanzata.

Anche quest'anno sono stati selezionati i migliori 120 ragazzi tra studenti, dottorandi e neolaureati provenienti da diverse aree disciplinari che, da novembre 2017 ad oggi, hanno potuto formarsi e costruire, con il supporto dell'ateneo, la propria idea imprenditoriale.

La finale si terrà domenica 25 marzo al teatro dell'Ente lirico di Cagliari, co-organizzatore della finale. Per i vincitori un premio di 50mila euro in palio.

"Un percorso etico, culturale e scientifico d’eccellenza – ha spiegato il rettore Maria Del Zompo -. La Sardegna è terra di gioventù che si mette in gioco per vincere e costruire percorsi importanti. Siamo orgogliosi di essere senza confini di razza, censo, religione, scienza e cultura".

Per Maria Chiara Di Guardo, pro rettore Innovazione e responsabile CLab, "una conferma della stretta collaborazione tra ateneo e imprese. Interagire è il segreto per esser competitivi in un mercato sempre più innovativo".

L'iniziativa - sostenuta anche da Millesport Special Olympics e dall'Ente Lirico di Cagliari – è stata promossa con parole di elogio anche da Marco Deiosso (Nausdream), Sarah Pinna (Little Alienz), Alessandar Farris (Intendime) e Nicola Usala (Babaiola), rappresentanti delle quattro start up maturate nelle precedenti edizioni del CLab, e che hanno raggiunto un ruolo di pregio nei mercati internazionali: "Grazie all’Università di Cagliari - dicono i giovani - siamo riusciti a sfidare tutti i confini".

In passato, fra gli altri, hanno aderito a CLab anche il campione di ciclismo Fabio Aru, il writer Manu Invisibile, il musicista Moses Concas.

La partecipazione all'evento del 25 marzo è gratuita previa registrazione sul sito web dedicato.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...