VIDEOGALLERY - CRONACA SARDEGNA

Il camionista sardo che porta cibo nell'Isola: "Io non mi fermo, voi state a casa"

"Dobbiamo garantire la roba da mangiare per noi e per tutti i sardi per cui non ci possiamo tirare indietro e continuiamo a lavorare, andrà tutto bene ma non se la gente se ne va in giro a fare le passeggiate".
E' il video appello del camionista di Villacidro Gianfranco Deidda mentre domenica pomeriggio percorre l'autostrada Torino-Tortona completamente deserta.
Deidda lavora per la Tir Trasporti di Villacidro, il suo paese natale, ed è uno delle decine di autotrasportatori sardi che in questi giorni stanno assicurando sia l'esportazione delle nostre merci che l'approvvigionamento di generi alimentari per rifornire i supermercati dell'Isola. Partito sabato da Porto Torres sulla nave cargo con il camion carico di carciofi, domenica li ha scaricati prima a Genova e poi a Torino. E nel pomeriggio di nuovo in viaggio verso il porto di Genova per tornare in Sardegna.
"Per strada non c'è un'anima - racconta - è uno spettacolo surreale. Gli autogrill sono chiusi e non ci sono posti dove fermarsi per lavarsi, fare una pausa, mangiare un piatto caldo o bere un caffè. Stiamo buttati in mezzo alle piazzole, mangiando le cose che ci siamo portati da casa, panini o scatole di tonno, abbandonati in mezzo al nulla".
Gianfranco però sa che in questo momento non può arrendersi. Che il suo è un lavoro importante quanto quello dei medici e degli infermieri in trincea negli ospedali.
"Trasportiamo beni di prima necessità, non possiamo fermarci. Lo facciamo per i sardi e per le nostre famiglie".
Massimo Ledda

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...