FOTOGALLERY - CRONACA ITALIA

#AccaddeOggi: il 13 ottobre 2016 muore Dario Fo, eterno giullare

Accadde Oggi
accaddeoggi 13 ottobre 2016 muore dario fo (ansa)
#AccaddeOggi: 13 ottobre 2016, muore Dario Fo (Ansa)
la sua arte un misto di farsa e impegno politico (ansa)
La sua arte è un misto di farsa e impegno politico (Ansa)
indimenticabile il suo mistero buffo (ansa)
Indimenticabile il suo "Mistero Buffo" (Ansa)
una giullarata in cui unico attore in scena recita in grammelot (ansa)
Una giullarata in cui, unico attore in scena, recita in "grammelot" (Ansa)
nel 1954 sposa l attrice e collega franca rame (ansa)
Nel 1954 sposa l'attrice e collega Franca Rame (Ansa)
il loro un meraviglioso sodalizio artistico (ansa)
Il loro è un meraviglioso sodalizio artistico (Ansa)
insieme lavorano anche per la rai scrivendo dei pezzi per canzonissima (ansa)
Insieme lavorano anche per la Rai, scrivendo dei pezzi per Canzonissima (Ansa)
abbandonano presto la tv per dedicarsi al teatro (ansa)
Abbandonano presto la tv per dedicarsi al teatro (Ansa)
nel 1997 vince il nobel per la letteratura (ansa)
Nel 1997 vince il Nobel per la letteratura (Ansa)
lo scopre per caso mentre in auto con ambra angiolini (ansa)
Lo scopre per caso, mentre è in auto con Ambra Angiolini (Ansa)
di

È un vuoto incolmabile quello lasciato da Dario Fo, morto due anni fa a Milano.
Drammaturgo, attore e regista, Fo non era semplicemente interprete di un arte. Perché lui, la sua arte, l'aveva inventata: un misto di farsa, satira e impegno politico.
Nato pittore, la sua esperienza in tv ha vita breve: lavora alla Rai, come autore di testi satirici, ma la censura gli diventa insopportabile. Finché non abbandonerà il piccolo schermo per dedicarsi al teatro.
Sua compagna nella vita e nel lavoro sarà l'inseparabile Franca Rame: si sposano nel 1954 e da allora ha inizio un sodalizio meraviglioso, sancito con la nascita della compagnia Dario Fo-Franca Rame. Recitano in un qualsiasi posto che possa vagamente sembrare un teatro: piazze, case del popolo, fabbriche.
Indimenticabile la "giullarata" Mistero Buffo, con la rielaborazione di testi antichi in grammelot, a metà tra le improvvisazioni della Commedia dell'Arte e i dialetti della pianura padana.
L'impegno sarà il tratto comune di tutta la produzione artistica, con l'adesione alle organizzazioni parlamentari di estrema sinistra durante gli anni di piombo e la promozione della lotta politica attraverso il "teatro di strada".
Nel 1997 vince il Nobel per la letteratura: è l'ultimo italiano ad aver ottenuto il riconoscimento internazionale: "Seguendo la tradizione dei giullari - la motivazione - dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi".
(Unioneonline/D)
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...