POLITICA

in piazza del carmine

Salvini, ovazione a Cagliari
"Liberatevi dalla sinistra"
VIDEO

Il leader della Lega in piazza del Carmine dopo la conferenza a tre a sostegno del candidato presidente Christian Solinas

"Il treno del cambiamento passa domenica dalle 7 alle 22. Andate a votare e invitate a farlo tutti i vostri conoscenti, altrimenti vi toccheranno altri cinque anni di sinistra".

Davanti a oltre duemila persone adoranti Matteo Salvini, che per l'occasione indossava una felpa con i quattro mori, ha invitato il suo popolo a "cacciare la sinistra di Zedda, Pigliaru e Arru, quelli che hanno distrutto la sanità chiudendo reparti".

Il Capitano è arrivato poco prima delle 18,30 in piazza del Carmine, a Cagliari. Una scelta non casuale perché lo spazio a due passi dal Municipio è stato a lungo occupato da migranti "nullafacenti" che hanno "allontanato i cagliaritani". Ma "da lunedì cambia tutto", ha garantito il viceministro, "e questa piazza è il preavviso di sfratto".

In mezz'ora di comizio, Salvini ha toccato i temi cardine della sua campagna elettorale: l'immigrazione, il superamento della legge Fornero con quota 100, la legge sulla legittima difesa "che sta per diventare realtà" e, per stare sui temi sardi, il prezzo del latte.

(L'Unione Sarda - Manca)
(L'Unione Sarda - Manca)

Poi ha attaccato, senza citarlo, l'alleato del M5S: "I sardi hanno bisogno del metano, basta con quelli che dicono sempre no".

In piazza anche qualche gruppo di contestatori ai quali il ministro dell'Interno ha mandato un avviso: "Preparate gli scatoloni, chiuderemo qualche centro sociale anche qui". Il tradizionale rito dei selfie ha chiuso la giornata.

Fabio Manca

***

Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Christian Solinas (L'Unione Sarda - Fiori)
Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Christian Solinas (L'Unione Sarda - Fiori)

LA CONFERENZA A TRE

Poco prima con Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, al THotel, il leader della Lega ha tenuto una conferenza stampa a tre per chiudere la campagna elettorale del centrodestra a sostegno del candidato presidente Christian Solinas. Una sorta di deja-vu andato in scena in Abruzzo.

I leader nazionali hanno ribadito i concetti chiave del programma, cioè sanità, trasporti, turismo e lavoro.

(Ansa)
(Ansa)

Grazie a quota 100, ha detto il vicepremier, a Portovesme 150 operai andranno in pensione e altrettanti giovani saranno assunti.

Ha poi glissato su una domanda sulla Tav ma, ha assicurato, la Sardegna avrà la zona franca, se ci saranno le condizioni, già da lunedì.

Vito Fiori

AL THOTEL:

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...