CRONACA - ITALIA

MESSINA

Prima lo rapinano poi minacciano di bruciarlo vivo: la vittima ha 93 anni

Pensavano che non li avrebbe riconosciuti e invece l'anziano, loro parente, li ha identificati e denunciati
foto simbolo (pixabay)
Foto simbolo (Pixabay)

Gravissima aggressione ai danni di un uomo di 93 anni a Floresta, in provincia di Messina.

I fatti risalgono al febbraio scorso: due fratelli di 65 e 51 anni, insieme a un complice ancora non identificato, sono entrati nell'abitazione dell'anziano, lo hanno immobilizzato e mentre il complice rovistava ovunque in cerca di soldi o preziosi hanno minacciato di bruciarlo vivo, se non avesse rivelato dove si trovavano i gioielli di famiglia.

Dopo aver messo a soqquadro tutta la casa, i tre sono fuggiti con un magro bottino: un paio di orecchini d'oro appartenuti alla moglie defunta della vittima e 400 euro in contanti.

Pensavano evidentemente che l'uomo, loro parente, non li avrebbe riconosciuti: e invece non è stato così.

L'anziano li ha denunciati e gli accertamenti svolti dai carabinieri, che hanno acquisito le immagini riprese da alcuni impianti di videosorveglianza, hanno confermato le loro identità. Quindi gli arresti, ora è caccia al terzo complice.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}