FOTOGALLERY - CRONACA ITALIA

#AccaddeOggi: il 17 marzo 1939 nasceva Giovanni Trapattoni

Compie 80 anni uno dei maggiori interpreti del calcio all'italiana
accaddeoggi il 17 marzo 1939 nasceva giovanni trapattoni
#AccaddeOggi: il 17 marzo 1939 nasceva Giovanni Trapattoni
pluridecorato allenatore ha vinto 7 campionati in italia e tre in altri paesi europei
Pluridecorato allenatore, ha vinto 7 campionati in Italia e tre in altri Paesi europei
per una stagione ha allenato anche il cagliari
Per una stagione ha allenato anche il Cagliari
un suo celebre detto stampato sulla maglia
Un suo celebre detto stampato sulla maglia
ha allenato anche la nazionale
Ha allenato anche la Nazionale
con alex del piero
Con Alex Del Piero
e con francesco totti
E con Francesco Totti
in allenamento
In allenamento
faccia a faccia con carolina morace
Faccia a faccia con Carolina Morace
chiede il cambio
Chiede il cambio
la famosa intervista in cui da allenatore del bayern si scaglia contro i suoi giocatori e in particolare contro strunz
La famosa intervista in cui, da allenatore del Bayern, si scaglia contro i suoi giocatori e in particolare contro Strunz
alla guida dei tedeschi
Alla guida dei tedeschi
al bayern dopo la vittoria dello scudetto
Al Bayern dopo la vittoria dello scudetto
il tributo dei tifosi tedeschi
Il tributo dei tifosi tedeschi
foto di gruppo dopo la vittoria in campionato
Foto di gruppo dopo la vittoria in campionato
l invito a trap ct dei tifosi azzurri
L'invito a Trap ct dei tifosi azzurri
regala la maglia della nazionale a giovanni paolo ii
Regala la maglia della Nazionale a Giovanni Paolo II
con cesare maldini e sandro mazzola
Con Cesare Maldini e Sandro Mazzola
esce a testa bassa dopo l eliminazione dagli europei per via del famoso pari biscotto tra svezia e danimarca
Esce a testa bassa dopo l'eliminazione dagli Europei, per via del famoso pari "biscotto" tra Svezia e Danimarca
alla guida dello stoccarda
Alla guida dello Stoccarda
anche in austria con il salisburgo ha vinto il campionato
Anche in Austria, con il Salisburgo, ha vinto il campionato
ha allenato anche l irlanda
Ha allenato anche l'Irlanda
con marco tardelli come vice
Con Marco Tardelli come vice
mourinho gli consegna il premio di allenatore dell anno
Mourinho gli consegna il premio di allenatore dell'anno
con paola ferrari a la domenica sportiva (foto ansa youtube)
Con Paola Ferrari a "La Domenica Sportiva" (foto Ansa-Youtube)
di

Buon compleanno al Trap, che oggi compie 80 anni.
Pluridecorato allenatore, in carriera ha vinto dieci scudetti: sette in Italia, uno in Germania, uno in Austria e uno in Portogallo.
Da giocatore è praticamente sempre stato al Milan, laddove ha iniziato anche la sua carriera da allenatore, come allievo di Nereo Rocco. Poi Boniperti lo chiama alla Juve, dove il Trap mette a segno i suoi maggiori successi.
Vince subito scudetto e Coppa Uefa, e in dieci anni di campionati ne conquisterà sei in totale, cui si aggiungono anche una Coppa Campioni, una Coppa Coppe, una Supercoppa europea, un'Intercontinentale e due Coppe Italia.
Nel 1985 passa all'Inter, diventando il primo allenatore a guidare i tre principali club italiani. Ci resta fino al '91, e vince uno scudetto, una Supercoppa italiana e una Coppa Uefa.
Poi Bayern, una breve parentesi a Cagliari (dove è lui a dimettersi) e di nuovo Bayern. In Germania vince uno scudetto, e nessuno dimenticherà la furiosa intervista in cui si scaglia in un tedesco maccheronico contro i suoi calciatori colpevoli di scarso impegno, e in particolare contro Strunz.
Poi due anni ottimi alla Fiorentina, che con lui lotta per lo scudetto, conquista il terzo posto e va in Champions.
Nel 2000 va in Nazionale. E di lui si ricordano le conferenze stampa fuori dagli schemi, i gesti scaramantici come l'acqua santa gettata sul terreno di gioco durante una partita della fase finale dei Mondiali. Si ricorda una Nazionale non proprio entusiasmante ma anche sfortunata. C'è il Trap quando Byron Moreno con un arbitraggio vergognoso ci butta fuori dai Mondiali coreani. C'è il Trap due anni dopo agli Europei, quando Svezia e Danimarca ci servono il "biscotto" e ci mandano fuori ai gironi.
Come alla Juve, quando lascia gli Azzurri a sostituirlo c'è Marcello Lippi. E il Trap inizia a girare l'Europa: va al Benfica e vince un campionato, allo Stoccarda e lo esonerano, poi al Salisburgo e vince un altro campionato.
Chiude la carriera alla guida della Nazionale irlandese, con cui rescinde consensualmente il contratto nel 2013 dopo aver fatto il suo senza picchi di gioco e risultati mirabolanti.
Gli amanti di un calcio che oggi non c'è più guardano con nostalgia ai tempi del Trap, uno dei massimi interpreti del cosiddetto "calcio all'italiana".
(Unioneonline/L)
Marzo 2019
Febbraio 2019
Gennaio2019
Dicembre 2018
Novembre 2018
Ottobre2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile2018
Marzo 2018
Febbraio2018
Gennaio2018

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...