FOTOGALLERY - CRONACA ITALIA

#AccaddeOggi, 11 gennaio 1999: De André, se ne va la voce degli ultimi

Il cantautore genovese era ricoverato all'Istituto dei tumori
accaddeoggi 11 gennaio 1999 fabrizio de andr muore a milano
#AccaddeOggi: 11 gennaio 1999, Fabrizio De André muore a Milano
sei mesi prima gli era stato diagnosticato un carcinoma polmonare
Sei mesi prima gli era stato diagnosticato un carcinoma polmonare
da settimane era ricoverato all istituto dei tumori di milano
Da settimane era ricoverato all'Istituto dei tumori di Milano
oltre 10mila persone partecipano ai funerali a genova
Oltre 10mila persone partecipano ai funerali, a Genova
il pi grande poeta che abbiamo mai avuto le parole di fernanda pivano
"Il più grande poeta che abbiamo mai avuto", le parole di Fernanda Pivano
in 40 anni ha pubblicato 14 album
In 40 anni ha pubblicato 14 album
la sua una poesia senza tempo
La sua è una poesia senza tempo
la sardegna era il suo buen retiro
La Sardegna era il suo buen retiro
faber a sinistra con la mamma e il fratello
"Faber" a sinistra, con la mamma e il fratello
la seconda moglie dori ghezzi
La seconda moglie, Dori Ghezzi
gli attori del film su de andr principe libero
Gli attori del film su De André, "Principe Libero"
di

Sono le 2:30 dell'11 gennaio del 1999 quando, a Milano, muore Fabrizio De André, un mese prima di compiere 59 anni.
Al cantautore genovese da circa sei mesi è stato diagnosticato un carcinoma polmonare: una notizia sconcertante, che lo costringe a dire addio definitivamente alle scene.
La situazione si aggrava a novembre del 1998 quando diventa necessario il ricovero. Uscirà solo il giorno di Natale, per trascorrerlo con la famiglia, sapendo che l'addio è vicino.
Tutta l'Italia, quella mattina dell'11 gennaio, resta attonita davanti al dolore di aver perso una delle ultime grandi voci della musica italiana, "il più grande poeta che abbiamo mai avuto", dirà in lacrime la traduttrice e sua amica Fernanda Pivano. Sono oltre 13mila le persone che parteciperano ai funerali, nella Basilica di Santa Maria Assunta di Carignano, a Genova.
Fabrizio, "Faber" il fortunato soprannome che gli aveva assegnato Paolo Villaggio, in quarant'anni ha inciso 14 album: brani che uno dopo l'altro raccontano di emarginati, prostitute, anarchici, innamorati. Sempre con una semplicità e una poesia che commuovono e che lo rendono senza tempo.
Il lutto colpisce in modo particolare la Sardegna, che il poeta aveva eletto a suo buen retiro: "La vita in Sardegna - aveva detto - è forse la migliore che un uomo possa augurarsi: ventiquattromila chilometri di foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso…".
(Unioneonline/D)
Gennaio 2019
Dicembre 2018
Novembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...