SPORT - MOTORI

cronoscalata

Velocità Montagna, Farris quarto alla Castellana

Insieme a Magliona pensano già a Erice
sergio farris e il suo team alla 47 cronoscalata della castellana di orvieto (foto l unione sarda chessa)
Sergio Farris e il suo team alla 47ª Cronoscalata della Castellana di Orvieto (foto L'Unione Sarda - Chessa)

La 47ª Cronoscalata della Castellana, appuntamento del Trofeo Italiano Velocità Montagna, se l'è aggiudicata, per la quarta volta negli ultimi cinque anni, il padrone di casa Michele Fattorini, che ha preceduto Zardo e Marino.

A brillare, tra i sardi, è stato l'algherese Sergio Farris, quarto assoluto, con un aggregato di 5'47"36, 12"39 di distacco dal vincitore e un solo secondo dal terzo classificato. Alle sue spalle l'attore Ettore Bassi, che in gara1 era stato preceduto dal driver di Pozzomaggiore, Giuseppe Vacca (2'53"13), ritiratosi per un guasto di natura elettrica avuto in gara2 a poche curve dal traguardo. Bene, invece, gli altri osservati speciali. Ennio Donato della Porto Cervo Racing si è classificato 19º assoluto (7'09"38) e terzo nel Gruppo E1 Italia. 53º il gentleman del Racing Experience Team, Sergio Perasso (7'59"99) ha chiuso settimo nel gruppo E2Sc. 62º assoluto e 16º nell'E1 Italia Gerolamo Campus (8'06"18) del Magliona Motorsport. "Il 2'52"14 messo a referto in gara1 è un buon risultato, come il quarto posto assoluto, sono sempre lì, tra i primi e anche se a inizio stagione ci sono state delle corse che non sono molto adatte al mio stile di guida, adesso arrivano le mie preferite", ha spiegato Sergio Farris dell Scuderia Speed Motor. "Orvieto è stata casa mia per tanti anni, ma sento mia anche la gara di Erice, perché mio figlio è nato lì e ci tengo a fare bene. Ringrazio tutti gli sponsor che mi supportano e mi permettono di partecipare sia al Campionato sia al Trofeo, le gomme Avon, il Team Dalmazia e Lrm Motors, che in questi giorni stanno lavorando sulla vettura per essere molto competitivi proprio in vista di Erice, anche se la successiva, Caltanissetta, è più adatta al mio stile di guida".

Se, visti i problemi avuti a Orvieto, alla 61ª Monte Erice è ormai confermata l'assenza di Giuseppe Vacca, chi vorrà arrivarci al meglio è il leader dell'assoluta, Omar Magliona, che guida anche il Gruppo E2Sc. Anche per il driver sassarese quella di domenica sarà una gara speciale, non solo perché un successo sarebbe preziosissimo in chiave tricolore, ma anche poiché per la sua scuderia, la siciliana Cst Sport, sarà la gara di casa. "Stiamo lavorando bene e c'è grande sintonia con squadra e scuderia, un aspetto che si sta rivelando determinante", ha dichiarato l'otto volte campione italiano. "Erice è una gara impegnativa, in cui si nota il calore del pubblico e cercheremo di onorarla al meglio. Abbiamo il nuovo cambio e sono curioso di sapere come si comporterà l'Osella Pa2000 su quel tracciato".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...