ECONOMIA

Sardinia beyond the sea

Le cooperative sarde puntano su Cina e Canada

Le imprese dell'Isola promuovono all'estero enogastronomia e turismo
la pelosa (archivio l unione sarda)
La Pelosa (Archivio L'Unione Sarda)

Le coop sarde puntano sui mercati esteri, con particolare attenzione alla Cina e al Canada, per promuovere l'enogastronomia ma anche il turismo.

Questo l'obiettivo della seconda edizione del progetto SardINia beyond the sea, previsto dal programma di internazionalizzazione portata avanti con il supporto della Regione.

"Chiuso positivamente il primo esperimento"; ha detto Gianni Locci, vicepresidente Legacoop e responsabile progetto, "si lavora oggi a una nuova sfida per conquistare nuovi mercati e dare alle imprese sarde, nuove opportunità".

L'iniziativa ha visto anche la partecipazione attiva della Regione.

L'assessore dell'Industria Anita Pili ha dichiarato: "È necessario promuovere il sistema Sardegna, tutti assieme abbiamo un valore aggiunto".

Che la strada da seguire per "trovare nuovi prodotti e nuovi mercati" sia quella della cooperazione l'ha rimarcato il presidente regionale di Legacoop Claudio Atzori: "È il secondo nostro progetto - ha detto - e con il nuovo progetto siamo convinti di migliorare la nostra azione, perché siamo uno dei principali settori della Sardegna capaci di fare innovazione".

Nel 2018 il progetto ha coinvolto 13 imprese cooperative dei settori agroalimentare, culturale e turistico.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...