ECONOMIA

Bando Unità per Ottana: "Ma i tempi non devono essere biblici"

Le parole di Rossana Ledda, assessore e vice sindaco di Macomer
rossana ledda assessore comunale e vice sindaco di macomer (archivio l unione sarda)
Rossana Ledda, assessore comunale e vice sindaco di Macomer (Archivio L'Unione Sarda)

Amministratori comunali, rappresentanti delle imprese e cooperative, oltre ai giovani disoccupati, chiedono che si riducano i tempi di assegnazione dei fondi, legati al bando della Regione sul progetto "Unità per Ottana", che sarà pubblicato a novembre.

È quanto scaturito dall'assemblea che si è svolta nella sala riunioni della biblioteca comunale di Macomer, alla quale hanno partecipato gli amministratori comunali di Macomer, Birori, Silanus, Noragugume e Bortigali, i rappresentanti del centro per l'impiego, quindi diversi rappresentanti delle imprese del territorio, di cooperative a diversi giovani disoccupati.

"È positiva la progettazione dal basso - dice l'assessore e vice sindaco del Comune di Macomer Rossana Ledda - ma i tempi non devono essere biblici e non ci devono essere lungaggini burocratiche. I rappresentanti delle imprese e cooperative, ma anche i giovani disoccupati, si sono dimostrati interessati all'iniziativa. Tutti però sperano che l'impegno per la partecipazione al bando non sia tempo perso e soprattutto che l'iter di assegnazione dei fondi si concluda in breve tempo".

Francesco Oggianu

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...