CRONACA - ITALIA

coronavirus

Virus: morto a Padova il primo paziente italiano

Si tratta di un uomo di 78 anni, ricoverato da una decina di giorni insieme a un amico
(ansa)
(Ansa)

E' morto stasera intorno alle 22,40 all'ospedale di Schiavonia (Padova) uno dei due pazienti positivi al coronavirus. Era in terapia intensiva.

Si tratta di un uomo di 78 anni. Era ricoverato da una decina di giorni per altre patologie.

La notizia è stata confermata anche dal governatore Luca Zaia, che ha confermato in diretta telefonica durante una trasmissione televisiva la notizia: "Non c'è stato neppure il tempo per poterlo trasferire (in un ospedale a Padova, ndr). L'ospedale in cui era rivoverata la vittima verrà evacuato". Si stanno prendendo tutti i provvedimenti per arginare il contagio.

L'altro paziente è un uomo del '52, tuttora in terapia intensiva.

I due erano amici, giocavano insieme a carte in un bar; entrambi pare non abbiano avuto alcun contatto diretto con persone provenienti dalla Cina né che si siano recati in quel Paese.

La prima vittima italiana, dopo i 15 casi di contagio finora registrati nel Lodigiano, si chiamava Adriano Trevisan, era di Vo' Euganeo, ed era un muratore in pensione. Aveva tre figli, una delle quali era stata sindaco del paese.

LE MISURE IN VENETO - Il ministro Roberto Speranza ha annunciato che anche per le zone del Veneto dove risiedevano i due anziani "scatteranno delle misure restrittive come quelle previste per il lodigiano". "Siamo al lavoro per un'ulteriore ordinanza che sarà sottoscritta con la regione Veneto. L'obiettivo è contenere in aree geografiche limitate l'epidemia", ha spiegato il ministro al termine della riunione con la Protezione civile.

IN SERATA UN ALTRO CASO - Un paziente con polmonite ha fatto scattare l'allerta corinavirus alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno (Caserta). Si tratta di un cittadino bulgaro, giunto in ospedale con problemi polmonari. L'uomo, dalle informazioni fornite ai medici, non avrebbe avuto contatti con persone tornate dalla Cina, ma la natura dei sintomi ha fatto scattare le misure di sicurezza adeguate.

Il paziente è stato isolato, gli è stato praticato un tampone faringeo, il cui campione è stato inviato all'ospedale Cotugno di Napoli. Si attendono i risultati.

(Unioneonline)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}