Economia » Olbia

Air Italy e Mater Olbia: la Regione incontra l'ambasciatore del Qatar

Martedì 04 Settembre alle 20:50


Foto di gruppo durante l'incontro a Roma

La Regione ha sollecitato all'ambasciatore del Qatar in Italia, Abdulaziz Bin Ahmed Al Malki Al Jehani, "un piano dettagliato degli investimenti che la compagnia Air Italy intende fare in Sardegna, finalizzati alla crescita e allo sviluppo del tessuto economico anche nell'isola, e un passo indietro sul trasferimento dei lavoratori da Olbia a Malpensa".

La richiesta è stata fatta direttamente dal governatore Francesco Pigliaru e dall'assessore dei Trasporti Carlo Careddu, nel corso di un incontro che si è tenuto a Roma nella sede diplomatica del Paese arabo, anche alla presenza dell'assessore della Sanità, Luigi Arru, e del rappresentante in Italia della Qatar Foundation Endowment, Lucio Rispo.

Nell'occasione, è fatto anche il punto sull'avanzamento dei lavori del Mater Olbia e sulle procedure di accreditamento sotto il profilo organizzativo e burocratico, verificando il corretto rispetto dei tempi previsti.

Una riunione, spiega una nota, "svoltasi in un clima costruttivo e di reciproco ascolto".

In merito alla vertenza Air Italy, "l'ambasciatore - aggiunge il comunicato della Regione - proporrà alle autorità competenti del suo Paese di richiedere una visita di una delegazione della Qatar Airways in Sardegna per valutare e affrontare le problematiche sollevate dalla Regione e ha confermato importanti investimenti della compagnia che incrementeranno anche le funzioni esercitabili a Olbia".

"Gi ultimi due incontri che si sono tenuti di recente con il management di Air Italy, e le successive comunicazioni non sono stati rassicuranti", il commento di Pigliaru e Careddu, "consolidando la percezione diffusa in Sardegna di scelte orientate alla delocalizzazione della Compagnia. Eppure, l'acquisizione del 49% del capitale sociale di Meridiana da parte di Qatar Airways aveva indotto a ritenere che il percorso di ristrutturazione dell'azienda, dovuto anche al sacrificio enorme di molti lavoratori nel frattempo licenziati, avrebbe finalmente inaugurato una stagione nuova con ricadute importanti dal punto di vista economico e sociale".

(Unioneonline/l.f.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

3 commenti

  • gzola 05/09/2018 09:46:06

    La legislatura volge, finalmente, al termine e di atti concreti per la Sardegna nemmeno l'ombra, solo chiacchiere
  • Gallosardo 04/09/2018 22:36:39

    Morenocosti l’aeroporto di Olbia vola già benissimo: 64mln di€ di fatturato con le controllate e 12 mln di utile. Easyjet è una delle tante compagnie che operano sullo scalo gallurese. Meridiana è morta ad Olbia 3anni fa. Il futuro è a Malpensa. Speriamo apra l’ospedale rappresenta un centro di eccellenza indispensabile per la Sardegna.
  • morenocosti 04/09/2018 21:02:49

    Chiacchere su chiacchere, la verità è che per il momento almeno per ciò che riguarda la Sardegna non hanno investito proprio niente..continiamo a tenere in scacco l'aeroporto di Olbia che con easy jet volerebbe per davvero.. Il mater sarà l'eterna incompiuta che nel tempo futuro sarà il solito hotel pagato da noi sardi