Cronaca » Iran

Iran: fotografa bandita dallo stadio riprende la partita dai tetti

Martedì 14 Agosto alle 11:47


La fotografa Parisa Pourtaherian. Foto da Instagram

Parisa Pourtaherian è una giovane fotografa iraniana con un sogno nel cassetto: riprendere le partite di calcio del campionato nazionale. Gli ostacoli, però, non sono pochi, perché le leggi del Paese in proposito sono piuttosto rigide e proibiscono alle donne di entrare negli stadi durante le partite di calcio.

In tante hanno provato ad aggirare il divieto camuffandosi da uomini, ma una volta scoperte sono state arrestate dalle autorità, come ha raccontato il regista Jafar Panahi - condannato a sei anni di prigione e bandito dal cinema per 20 anni - con la pellicola Fuorigioco, sul caso di un gruppo di ragazze che ha tentato di entrare allo stadio per assistere alla qualificazione della nazionale iraniana ai Campionati del Mondo.

Il tema, poi, è tornato d'attualità con il recente Mondiale di calcio russo, un'occasione speciale durante la quale il grande stadio di Teheran Azadi è stato aperto anche alle donne per la proiezione su maxi schermi delle partite. E l'anacronismo di queste restrizioni è diventato ancora più sentito dopo che la vicina Arabia Saudita ha allentato leggi restrittive analoghe

Gruppo di ragazze a Teheran. (Foto Ansa)
Gruppo di ragazze a Teheran. (Foto Ansa)

Nonostante tutto, la giovane fotografa Parisa Pourtaherian non ha abbandonato il proprio sogno, e qualche giorno fa, quando sono iniziate le partite della Lega nazionale, per riuscire a fotografare una partita si è arrampicata su un tetto vicino allo stadio e ha iniziato a scattare.

Poco dopo alcuni colleghi maschi l'hanno notata e dimenticandosi della partita hanno fotografato la sua impresa, finita poi sulle pagine dei giornali di tutto il mondo.

(Unioneonline/b.m.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

4 commenti

  • studioroma 16/08/2018 23:44:57

    dire che sono umani diventa difficile, oppure direi : è possibile che la razza umana abbia anche queste sembianze di idiozie vergognose?
  • user244527 14/08/2018 22:46:47

    Bella foto. Ritrae due realtà che, da un certo punto di vista, sono vicine a livello culturale. Coi loro pregi e i loro deficit. Chi ne ha in eccesso, chi in difetto. Distanti entrambi (lì sta la comunanza) da una concezione della normalità nel detenere e gestire la libertà. Quando si comprenderanno appieno questi due aspetti, forse non ci sarà neanche bisogno di murales.
  • sgrunfo 14/08/2018 22:40:52

    Incredible che religione
  • user234904 14/08/2018 16:21:31

    x fortuna son nato in occidente cattolico e civile