Cronaca » Capoterra

Capoterra, omicidio Pisano: chieste tre condanne a 15 anni

Mercoledì 11 Luglio alle 14:55


Antonello Pisano, ucciso e bruciato nelle campagne di Capoterra

I responsabili dell'omicidio di Antonello Pisano, il cui cadavere è stato trovato alla periferia di Capoterra nel luglio 2008, sono Nicola Porcu e i fratelli Giorgio e Roberto Picci: è la convinzione del pm Alessandro Pili, che oggi a Cagliari ha chiesto alla giudice delle udienze preliminari Cristina Ornano la condanna dei tre imputati a 15 anni e 4 mesi di reclusione per ciascuno nel processo che si celebra col rito abbreviato.

Secondo il magistrato inquirente, la vittima era stata prelevata da casa e portata nelle campagne per essere punita in quanto ritenuta responsabile di alcuni furti messi a segno nel paese in quel periodo.

Un chiarimento che poi, in realtà, si era tramutato in omicidio.

Il 37enne, forse colpito con una pietra alla testa, era stato ucciso e il suo corpo era stato lasciato lì.

Gli avvocati difensori Guido Manca Bitti, Rodolfo Meloni e Leonardo Filippi parleranno a settembre, poi la sentenza.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook