Economia » Assemini

Ichnusa, birrificio di Assemini: oltre 9mila ore di formazione sulla sicurezza

Martedì 17 Luglio alle 18:37 - ultimo aggiornamento alle 19:08


Lo stabilimento di Assemini

Nel birrificio di Assemini, dove viene interamente prodotta la "Birra di Sardegna" (Ichnusa, Ichnusa Non Filtrata, Ichnusa Cruda, Ichnusa Limone), la prevenzione degli infortuni sul lavoro è alla base della cultura aziendale.

In particolare lo stabilimento ha costruito un programma di promozione e attenzione alla sicurezza fuori e dentro i luoghi di lavoro, coinvolgendo dipendenti e collaboratori esterni, anche attraverso il supporto della metodologia TPM, l’evoluzione della cosiddetta Manutenzione Preventiva.

Dal 2009 a oggi sono state svolte 44.644 ore di formazione, di cui ben 8.869 dedicate alla sicurezza. In 10 anni ci sono state 1.030 segnalazioni di sicurezza, 5.088 aree verificate e 12.655 osservazioni da parte dei dipendenti, con il metodo BBS (Behavior based safety), sistema che premia i comportamenti corretti.

Tutto questo, unito all’impegno e alla determinazione dei lavoratori del birrificio, ha consentito di raggiungere a maggio di quest'anno un importante traguardo: 3000 giorni (oltre otto anni) consecutivi di assenza di infortuni, un risultato eccellente per una regione, la Sardegna, che nell’ultimo anno ha visto 13.034 denunce di infortunio, con un aumento del +1,27% rispetto al 2016.

"Questo risultato arriva da un percorso che portiamo avanti da tempo - commenta Matteo Borocci, Direttore del Birrificio di Assemini – sono numerose le attività che mettiamo in campo per creare una cultura della sicurezza e della salute, dentro e fuori dal birrificio. Fondamentale il coinvolgimento diretto delle persone che lavorano con noi: attraverso il metodo BBS (Behavior based safety), ad esempio, i nostri colleghi, suddivisi in squadre, sono i primi attori di questo cambiamento. Sono loro stessi a monitorare l’adozione di comportamenti sicuri da parte di tutti, dipendenti e contrattisti. Per incentivare ulteriormente le buone pratiche, inoltre, gli operatori che segnalano problemi di sicurezza e propongono le giuste soluzioni vengono premiati con modalità chiare e condivise".

(Unioneonline/F)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook