Economia

Decreto Dignità, Di Maio e Tria: "Mai accusato il Mef, troveremo la 'manina'"

Domenica 15 Luglio alle 16:22 - ultimo aggiornamento alle 18:20


Luigi Di Maio

''Il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, non ha mai accusato né il ministero dell'Economia né la Ragioneria generale dello Stato di alcun intervento nella predisposizione della relazione tecnica al Dl Dignità. Certamente, però, bisogna capire da dove provenga quella 'manina' che, si ribadisce, non va ricercata nell'ambito del Mef''.

Queste le parole contenute in una nota congiunta dei due ministri del governo Conte.

Il riferimento è ancora una volta alla polemica sul provvedimento, dopo la diffusione delle stime della Ragioneria generale dello Stato, che ipotizzano una perdita di 8mila posti di lavoro all'anno.

Di Maio e Tria aggiustano il tiro, dopo aver parlato di complotto e di tentativo di sabotare la legge su lavoro e imprese.

Nello stesso documento il ministro dell'Economia ha criticato le stime di fonte Inps sugli effetti delle disposizioni relative ai contratti di lavoro contenute nel decreto, sostenendo che "siano prive di basi scientifiche e in quanto tali discutibili".

(Unioneonline/F)

LO SCONTRO SALVINI - BOERI

 
tito boeri e matteo salvini
Boeri-Salvini, è scontro. Il ministro: "Se non è d'accordo col governo si dimetta"

 
sergio mattarella
Mattarella firma il decreto dignità, Martina: "Invotabile"

 
luigi di maio
"Decreto Dignità, meno 8mila posti all'anno". Di Maio grida al complotto: è scontro con il Mef

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • user241794 16/07/2018 20:29:57

    Purtroppo la manus longa è sempre quella di qualche dirigente o funzionario del sistema pd-berlusconi. i poteri forti non moriranno mai! Conte sei in un inferno. (sempre più elegante dl nostro)
  • user238504 15/07/2018 17:45:46

    Non ho capito: il superministro Giggino 'o ripetente manda avanti un decreto che non ha ha letto, che non ha capito ( dato che non sa cosa sia il lavoro, e, aggiungo, anche lo studio), capisce solo dopo il disastro che ha combinato in termini di occupazione e grida al complotto.Naturalmente critica il Mef, per poi scaricare le colpe sull'INPS che aveva allegato una relazione, unitamente al decreto, sui costi in termini occupazionali.Sapevamo già che non sapeva leggere le e-mail....