Cronaca » Macomer

Travolta e uccisa a Macomer: indagini vicine ad una svolta

Domenica 18 Marzo alle 16:26 - ultimo aggiornamento Lunedì 19 Marzo alle 13:47


Il luogo della tragedia

Polina Cherednim, la giovane donna di 24 anni, di origine russa, trovata agonizzante la notte fra giovedì e venerdì, nel centralissimo e trafficato viale Nenni, travolta da un Suv, sarebbe stata assassinata.

Le indagini della Polizia sarebbero quindi vicine ad una svolta e non si escludono clamorosi sviluppi nelle prossime ore.

Pian piano si sta facendo luce sulla tragedia che da subito ha assunto i contorni del giallo.

Una vicenda che ha scosso l'intera cittadina e che ieri mattina è stato l'argomento che ha animato l'omelia in parrocchia. Padre Andrea Rossi, durante la messa nella Madonna Missionaria, infatti, ha voluto ricordare quella ragazza: "È stata assassinata da uno di noi. Una giovane donna che merita pietà e poco importa che fosse straniera e che nessuno la conosceva - ha detto il sacerdote - una ragazza che necessità delle nostre preghiere, allo stesso modo colui che l'ha uccisa, con la speranza che questo si ravveda e possa almeno pentirsi di quello che ha fatto".

Le indagini avviate dalle prime ore, non conoscono sosta. Le attenzioni delle forze dell'ordine si concentrano su quel Suv che ha travolto e ucciso la ragazza e che appare nelle immagini riprese dalla videosorveglianza di alcune attività commerciali.

Intanto il corpo della 24enne, dopo l'autopsia è stato portato a Sassari, dove sarà seppellita.

Qui la giovane donna viveva da qualche anno, assieme alla mamma e una sorella più giovane. Una famiglia povera, distrutta dal dolore, che riusciva a vivere grazie a Polina, che lavorava come in un locale del sassarese.

LE INDAGINI:

 
macomer corso umberto
Travolta e uccisa a Macomer: suv nelle mani della Scientifica

LA TRAGEDIA:

 
un auto della polizia
Travolta e uccisa da un'auto a Macomer: potrebbe trattarsi di omicidio

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook