Cronaca » Castiadas

Incidente in campagna a Castiadas, arto riattaccato nella notte

Domenica 18 Marzo alle 06:59 - ultimo aggiornamento alle 14:13


Carabinieri e ambulanza sul luogo dell'incidente a Castiadas; nel riquadro, una sala operatoria

È rimasto sotto i ferri fino alle due del mattino, la speranza dei chirurghi è di avergli salvato il braccio amputato dalla macchina spaccalegna, che stava utilizzando nel podere di famiglia a San Pietro, nelle campagne di Castiadas.

L'équipe di Chirurgia della mano dell'ospedale Marino di Cagliari, diretta da Luciano Cara, spera di aver fatto il miracolo, ma soltanto nei prossimi giorni si saprà se l'intervento al quale è stato sottoposto il quindicenne rimasto gravemente ferito ieri è riuscito.

I medici sono abbastanza ottimisti, dopo l'amputazione pressoché totale dell'arto dovuta all'azione della macchina: il ragazzo è arrivato in ospedale con il braccio quasi totalmente distaccato all'altezza della spalla, alla quale lo univa solo un lembo di pelle.

Ora è ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Marino, ma non è in pericolo di vita.

I chirurghi, che l'hanno tenuto al tavolo operatorio per oltre dieci ore, alle 2 della notte hanno lasciato la sala dopo aver "rivascolarizzato" il braccio, che ora è sotto costante controllo.

L'équipe è pronta a intervenire nuovamente, augurandosi che non sia necessario. Ieri mattina, il quindicenne aveva acceso il trattore, al cui motore ha collegato la macchina idraulica spaccalegna.

A causa dell'erba bagnata, è scivolato e la macchina ha agganciato il guanto, risucchiandogli il braccio., che è stato tranciato all'altezza della spalla.

Un elicottero dei Vigili del fuoco l'ha trasportato all'ospedale Brotzu e, da lì, un'ambulanza l'ha condotto al Marino.

Luigi Almiento

L'INCIDENTE:

 
il luogo dell incidente
Incastrato nella trinciatrice. Castiadas: grave un 15enne

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

5 commenti

  • pierolog 19/03/2018 08:34:57

    encomiabile lavoro sia dei soccorritori sia dell'equipe medica, speriamo bene
  • gradisar 19/03/2018 08:17:56

    Almeno è capitato nelle migliori mani in cui poteva capitare, con il dottor Cara, un luminare nel suo campo
  • peso85 18/03/2018 23:09:45

    Tanto di cappello ai medici, persone straordinarie.
  • pinin21 18/03/2018 15:12:29

    Auguri vivissimi al ragazzo e alla sua famiglia. E complimenti ai medici per gli sforzi profusi, sperando che siano coronati dal successo.
  • tamburello 18/03/2018 09:09:45

    Poveretto... chissà lo spavento dells povera madre