Cronaca » Oristano

Termodinamico, i Consigli comunali di Oristano e Palmas Arborea uniti contro il progetto

Mercoledì 27 Dicembre 2017 alle 22:18


I Consigli comunali di Oristano e Palmas Arborea uniti

I consigli comunali di Oristano e Palmas Arborea, riuniti questa sera in seduta congiunta, hanno ribadito la propria contrarietà all'impianto termodinamico che la San Quirico Solar Power intende realizzare ai piedi del Monte Arci.

Le due assemblee hanno approvato all’unanimità un ordine del giorno in cui si chiede alla Regione di "attivare tutte le procedure, anche con la presidenza del Consiglio dei ministri, per bloccare la realizzazione del progetto a San Quirico".

Proprio come è accaduto per il progetto del termodinamico di Guspini e Gonnosfanadiga che nei giorni scorsi è stato bocciato anche a livello nazionale.

L’idea di un fronte comune contro l’impianto (costituito da pannelli solari e centrale a biomasse) è nata dopo il via libera della Giunta regionale che ha accolto il parere favorevole del Savi al progetto.

Le due amministrazioni, che già in passato avevano espresso contrarietà, in una sala consiliare affollata con in prima linea i rappresentanti del comitato, hanno fatto sentire fortela propria voce.

Sia il vicesindaco di Palmas Arborea, Costantino Sanna, che il sindaco Andrea Lutzu hanno spiegato le loro perplessità.

Poi c’è stato un lungo dibattito che si è concluso con la votazione dell’ordine del giorno.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • Pasquino2000 29/12/2017 06:25:05

    Ecco un altro fronte del no a tutto e del si a disoccupazione ed energie inquinanti. Se non si costruiscono infrastrutture come si fa ad avere sviluppo?