Cronaca » Monastir

Monastir, no del Consiglio alle scorie radioattive in Sardegna

Sabato 07 Ottobre alle 16:27 - ultimo aggiornamento alle 16:59


Il Municipio di Monastir

Il Consiglio comunale di Monastir ha votato all'unanimità l'ordine del giorno per dire no all'ipotesi di individuare la Sardegna come deposito nazionale di scorie e rifiuti radioattivi.

"La Sardegna si è già espressa in tutti i modi, anche con un referendum di qualche anno fa, davanti a questa ipotesi tutti i Comuni sono stati chiamati dall'Anci a prendere posizione", ha detto in aula il sindaco Luisa Murru, annunciando il no della maggioranza "al deposito unico in Sardegna dei rifiuti radioattivi".

Modesto Fenu, capogruppo dell'opposizione e convinto esponente del Partito dei Sardi, ha parlato della richiesta di delibera come "di un segnale di insicurezza, rispetto a decisioni che non sono in capo alla Sardegna e ai sardi. Occorre maggiore sovranità sulla gestione del territorio, onde non subire imposizioni sulla nostra pelle".

L'ordine del giorno è stato votato all'unanimità.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook