Calcio

Maradona ricomincia dal Messico: allenerà il Dorados de Sinaloa

Venerdì 07 Settembre alle 15:54 - ultimo aggiornamento alle 16:50


Diego Armando Maradona (foto Ansa)

Diego Maradona ricomincia dal Messico.

Il "Pibe" è stato nominato allenatore del Dorados de Sinaloa: ad annunciarlo Jorge Alberto Hank, il presidente della squadra che gioca nella seconda divisione messicana.

"Lo abbiamo ingaggiato. Nei nostri colloqui si è mostrato entusiasta di venire qui ad allenare e convincerlo è stato più facile di quanto pensassi", ha comunicato Hank a Espn.

L'annuncio del Sinaloa su Twitter

La presentazione dovrebbe essere domenica o lunedì. L'ufficializzazione dell'argentino arriva a poche ore dall'addio del precedente tecnico, il messicano Francisco Ramirez.

"Vorremmo che Diego restasse con noi per l'attuale e la prossima stagione", ha aggiunto Hank.

Maradona, 57 anni, ha chiuso lo scorso aprile l'esperienza come allenatore dell'Al-Fujairah, club della seconda divisione degli Emirati Arabi. Tre mesi fa è stato nominato presidente del Dinamo Brest, club bielorusso.

Lo Stato di Sinaloa è considerato uno dei territori più pericolosi del Messico, a causa dei frequenti scontri tra le gang del narcotraffico e le forze dell'ordine.

(Unioneonline/M)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • Prometeo59 08/09/2018 15:14:03

    Attento Pibe, lì se non vinci non ci pensano due volte a farti fuori.