Atletica » BRABAU

Oristano: torna la "Rotary corre", la gara benefica per rendere più sicura la zona sportiva

Mercoledì 13 Giugno alle 15:58 - ultimo aggiornamento alle 16:32


Un'immagine delle passate edizioni

Completare l'illuminazione del ponte di Brabau e rendere ancora più sicuro pedonale e ciclabile preferito dagli sportivi oristanesi.

È questo il traguardo dei runner che sabato parteciperanno alla "Rotary corre", la corsa benefica organizzata dal Rotary club e dal Rotaract con il patrocinio del Comune.

La manifestazione, arrivata ormai alla quarta edizione, si propone di completare l'illuminazione del percorso che collega viale Repubblica a Torregrande con l'installazione di 170 faretti autoalimentati e la sistemazione di una fontanella d'acqua (a metà strada tra la rotonda della casa cantoniera e l'ingresso della borgata) come punto ristoro per sportivi e camminatori.

Un primo tratto era già stato illuminato con i fondi raccolti due anni fa, mentre l'anno scorso la somma raccolta era stata accantonata e sarà sommata a quella 2018 per portare a termine il progetto, come hanno spiegato ieri mattina il presidente del Rotary Antonio Sulis, Manuel Cau, del Rotarct e Ugo Scanu, referente del gruppo organizzativo dell'evento e il sindaco Andrea Lutzu.

La manifestazione si articola in tre corse: la gara 10 chilometri per agonisti tesserati, cronometrata con chip; la corsa amatoriale, sempre su un percorso di 10 chilometri e la passeggiata sportiva da 3 chilometri.

La partenza sarà per tutti da piazza Roma alle 19.30, ma dalle18 in piazza ci saranno attività sportive coordinate dalla palestra Lions Fit club, e organizzate dagli istruttori Daniele Concas e Valentina Orrù.

In piazza Eleonora, dalle 17 ci saranno attività di Judo con il tecnico Fijlkam Alessandro Atzeni. Le iscrizioni sono già aperte da Giocasport in viale Repubblica, Adidas store in via Tirso e Pitcom in vico Tirso. Si potranno ritirare i pacchi gara a partire da giovedì 14 giugno presso Pitcom.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook