Calcio » Provincia di Roma

Tira una testata a un compagno, baby bullo espulso dalla Totti Soccer School

Domenica 12 Novembre 2017 alle 11:56 - ultimo aggiornamento Domenica 12 Novembre 2017 alle 12:34


La Totti School (foto Facebook)

La sua sola colpa sarebbe stata quella di essersi "smarcato" da un avversario, facendo così irritare un compagno di 8 anni durante l'allenamento.

E così, quest'ultimo l'ha aggredito, colpendolo con una testata al volto.

Il brutto episodio è avvenuto lunedì scorso sui campi della Totti Soccer School, il centro di formazione che si trova a Ostia Antica e di cui è presidente onorario lo stesso ex capitano della Roma.

A ricevere la testata è stato un bambino diversamente abile che, alle prime minacce del baby bullo, non si è scomposto e si è allontanato pochi metri più in là a sfogliare delle figurine con un amico.

Ed è a questo punto che è avvenuta l'aggressione.

"Mio figlio non riesce a sentire tutte le parole che le persone pronunciano", racconta ora il padre alla stampa. "Per questo lo abbiamo operato e oggi ha due impianti che intervengono, migliorandolo, sul suo udito".

Dopo aver ricevuto il colpo al volto, il figlio è stato subito portato al pronto soccorso, rimediando una prognosi di 12 giorni.

Sul campo, ad assistere alla scena c'era anche uno dei 20 mister che lavorano nella struttura (impegnata da anni nel progetto "Diamo un calcio alla disabilità"), nella quale si allenano 350 bambini dai 5 ai 12 anni, e il baby-bullo è stato espulso con una decisione unanime.

(Redazione Online/m.c.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • semur 12/11/2017 14:38:15

    questo è l effetto della testata del mafioso vista e rivista decine e decine di volte sui media. quando la tv si autocensurerà con certe immagini?
  • user224103 12/11/2017 14:02:59

    "Suggerimenti violenti" ne vengono elargiti, purtroppo, anche in alcune realtà isolane e non solo, a livello di sport giovanile e da parte di adulti. Cari genitori fate gli accertamenti sulle persone a cui affidate i vostri figli. Lo sport a livello giovanile è di fondamentale importanza per la formazione anche sociale dei futuri adulti. I giovani atleti devono rientrare a casa sereni e soddisfatti, magari con le ginocchia sbucciate, ma va bene così. Gli istruttori violenti vanno emarginati.