Calcio

Barella spegne le voci di mercato: "Penso solo al Cagliari, la squadra della mia città"

Mercoledì 08 Novembre alle 13:42


Barella

Dall'Under 15 fino alla Nazionale di Gianpiero Ventura. "È stato bellissimo, non me l'aspettavo. È la conferma che sto facendo bene". Ora Nicolò Barella è tornato alla Giovane Italia di Gigi Di Biagio. Solo test amichevoli, fino al 2018, con l'Under 21 azzurra qualificata di diritto agli Europei come Paese organizzatore. "Ma non chiamatele amichevoli, perché vincere ci aiuta a crescere".

CUORE ROSSOBLÙ - Barella ha raggiunto il ritiro di Città Sant'Angelo, vicino Pescara, dove l'Under 21 giocherà domani in amichevole col Pescara di Zeman ("con lui mi sono allenato per un anno, ma non ho mai giocato", ricorda), per poi trasferirsi a Frosinone, per il match con la Russia di martedì prossimo. Presenza fissa nei discorsi di mercato (osservatori dell'Inter erano presenti anche a Torino), ma lui sa bene dove guardare: "Sono un giocatore del Cagliari, tifo il Cagliari e per me non c'è nulla di più bello. Voglio raggiungere il prima possibile la salvezza e poi fare bene agli Europei con l'Under 21". E a chi insiste per conoscere il suo futuro, Barella risponde secco: "Penso solo al Cagliari, la squadra della mia città. Al mercato pensano il mio agente e il presidente". Un Cagliari dove Barella è diventato pedina insostituibile: "Non mi aspettavo una partenza simile. E poi gioco nella squadra della mia terra, la mia Isola. Per noi sardi è qualcosa di speciale e non potrei chiedere di più. Voglio continuare ad aiutare la squadra con altri gol e buone prestazioni". Da Rastelli a Lopez: "Due allenatori diversi. Chiaro che il cambio produce nuovi stimoli. Lopez è più sanguigno, punta molto sul carattere, come dimostrano le vittorie con rimonta".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile.

23 commenti

  • margiani3 13/11/2017 09:55:34

    sangiorgio 11/11/2017 20:02:13 Certo RIVA irraggiungibile. Cmq per certi versi le considero le uniche due bandiere che riconosco nella mia squadra. Uno perchè rinunciò a tantissimi soldi e l' altro perchè fece una scelta di vita già all' età di sedici anni. Se non è un valore aggiunto questo il calcio può pure morire. Cmq non li ho messi sullo stesso piano per scelte differenti le considero le uniche vere bandiere RB. Gli altri bandierine. SCETTI CASTEDDU ARENA
  • margiani3 13/11/2017 09:47:20

    sangiorgio 11/11/2017 20:02:13 Si ovvio che la mia è più una speranza che una certezza. Detto questo il mio paragone con RIVA/CONTI era solo per sottolineare che di bandiere io nè ho conosciute due, il resto bandierine. E cmq non escludo una sua scelta di vita come fece RIVA/CONTI perchè il ragazzo sente sulla pelle quella maglia e i nostri colori un pò come Totti per la Roma, che declinò tantissime proposte economiche per giocare con la sua Roma. E non parliamo certo degli anni 60
  • sangiorgio 11/11/2017 20:02:13

    margiani3 08/11/2017 15:05:18 Questo nostro diamante diventerà la nostra terza bandiera dopo Riva Conti. mettere sullo stesso livello Riva e Conti mi sembra alquanto irrigurdoso nei confronti di Gigi,lui rinunciò a fama mondiale e tanti,tantissimi soldi, conti ha sposato la nostra bandiera,ma francamente ,non ha dovuto rinunciare a nessuna proposta indecente, solo Gigi Riva,penso unico caso al mondo ha sposato una bandiera,rinunciando a miliardi di lire,dopo di lui un abisso.
  • sangiorgio 11/11/2017 15:26:43

    io penso che un giocatore ha il diritto di andare a giocare dove guadagna di più e dove crede di stare meglio,è un professionista che vive di calcio, quello che invece non deve e NON PUO' FARE e dichiarare amore eterno ad una squadra,giusto per catturare le simpatie dei tifosi e poi alla prima occasione firmare altrove, perciò se barella ama il Cagliari come dice,deve anche chiaramente dire che non si muoverà dal Cagliari, ma non credo lo farà,solo il grande Gigi riuscì a non ascoltare le sirene
  • margiani3 09/11/2017 15:18:15

    aticandas 09/11/2017 14:31:02 Se vogliamo parlare di disponibilità dei giocatori trovi in me un libro aperto. Sono stato nel ritiro di Pejo e questi interpreti tranne qualcuno non sono molto disponibili (esperienza personale) Purtroppo ho una considerazione deigli interpreti pari a quasi zero. Mi auguro che questo non riguardi Barella anche perchè il ragazzo ne deve mangiare di pane duro!!! SCETTI CASTEDDU il resto aria fritta
  • aticandas 09/11/2017 14:31:02

    Niente da dire per tecnica e grinta (fin troppa delle volte), dovrebbe avere più rispetto verso i tifosi che hanno fatto tanti chilometri per vedere da vicino la squadra e fare delle foto. Non basta la bravura, bi gherede anche sa conca a postu.
  • mortimermous 09/11/2017 13:45:12

    Barella è un bravissimo calciatore, ma il pensiero del Presidente era di costruirgli una squadra forte, aspetto questo come i tifosi, poi se dobbiamo venderlo per fare una grande squadra bene, ma solo per un plusvalore lo riterrei controproducente. Per Barella hai l'onore di giocare nel Cagliari che ti sta mettendo a disposizione giocatori, allenatori e presenze, va riconosciuto e stai dimostrando che sei un giocatore del Cagliari vero, poi se ti strapagano vai pure ma non juve.
  • margiani3 09/11/2017 10:47:43

    tmart 08/11/2017 19:07:40 Post scontato. Detto questo, molto probabilmente hai ragione, ma ricordati che se pur poche, pochissime volte i soldi non sono tutto. E se magari quel 0,00001% capitasse proprio a noi? Che Barella decidesse di non andar via e sposare la causa RB? Quella che sente sotto la pelle da bambino che andava allo stadio con il papà? Io sono positivo... Te non mi pare, anzi, mi sembri molto simpatizzante forse troppo. SCETTI CASTEDDU ARENA
  • margiani3 09/11/2017 10:29:05

    WGrillo 08/11/2017 20:20:00 Ogni tanto si tralascia la differenza tra persone e persone, il paragone con Boriello non c' entra proprio nulla. Borriello: Giocatore mercenario che è sempre andato dove sventolavano più dollari. Barella: Giocatore umile ,Cagliaritano DOC innamorato della nostra maglia, città, e colori che andava a vedere il CASTEDDU ancora bambino. Ma di cosa stiamo parlando?
  • margiani3 09/11/2017 10:22:29

    user234904 09/11/2017 07:49:35 Meglio ridere che rabbrividire alle tue risposte. Ho gia impegnato 7 caratteri per un user qualsiasi... Non ha senso Ps. Ha senso però dirti che il silenzio lo metti a qualcun' altro. SCETTI CASTEDDU ARENA