Cronaca » Arbus

Arbus, tenta di investire un uomo e lo minaccia: in manette

Giovedì 09 Agosto alle 09:12 - ultimo aggiornamento alle 18:14


Carabinieri

Minaccia aggravata, lesioni personali e porto di armi e oggetti atti ad offendere: con queste accuse Mosè Mugheddu, 31 anni, disoccupato di Gonnosfanadiga, è stato arrestato dai carabinieri di Arbus.

L'uomo, ieri sera, mentre si trovava in via Dante, ad Arbus, a bordo della sua auto (una Fiat Panda) ha incontrato un 31enne, verso il quale nutriva "motivi di astio", e che in quel momento viaggiava su un motorino assiema ad un amico.

Mugheddu lo ha prima tamponato poi, fermati i due mezzi, lo ha minacciato di morte con un coltello a serramanico.

Risalito nella sua auto, l'aggressore ha nuovamente investito il ciclomotore con a bordo la vittima che solo grazie a un balzo sul cofano della vettura è riuscito ad evitare di essere travolto.

Ancora, il Mugheddu ha tentato di investirlo stringendolo con l'auto contro un portone di un'abitazione.

Il 31enne è riuscito a trovare riparo all'interno di un bar da dove ha chiamato i carabinieri.

Una volta giunti sul posto, i militari hanno controllato il disoccupato di Gonnosfanadiga, trovandolo in possesso di un coltello.

La vittima, visitata dalla guardia medica, ha riportato ferite guaribili in 5 giorni.

L'arrestato si trova ora ai domiciliari in attesa dell'udienza di convalida da parte dell'Autorità giudiziaria.

(Unioneonline/s.a.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

8 commenti

  • antipolitico 09/08/2018 18:11:00

    Piu' che colpa della disoccupazione io direi che colpa dell'alcol. La birra e il vino d'estate andrebbe consumata con moderazione.
  • Marinero 09/08/2018 17:12:47

    "disoccupato di Gonnosfanadiga", con questo curriculum, di sicuro troverà presto occupazione.
  • Vanila 09/08/2018 15:53:11

    Mosè, non quello salvato dalle acque, questo furibondo gonnese, non è uno sconosciuto alle forze dell'ordine... se almeno una volta lo ficcassero in cella per almeno 30 anni, forse al rilascio non avrebbe più tanta boria.
  • Mauriotto 09/08/2018 12:16:07

    Tentato omicidio
  • Peppa_Piga 09/08/2018 12:04:44

    Oh Ciak Nonnis !
  • antanimax 09/08/2018 11:29:36

    EXORY interessante la sua classifica: io metterei al primo posto che è una "risorsa bianca" al 2) la disoccupazione 3) il caldo 4) la stupidità.
  • tigellius 09/08/2018 11:11:15

    La disoccupazione non deve essere mai usata come giustificazione per chi commette reati!!!
  • EXORY 09/08/2018 09:58:18

    Purtroppo la disoccupazione il caldo e la stupidità fà si che si perda la testa.......certo che se ne sentono ogni giorno