Cronaca » Villasimius

Tangenti a Villasimius: il manager Cucca non risponde al gip

Mercoledì 01 Agosto alle 17:55


Il municipio di Villasimius

Si è presentato davanti al giudice che ha firmato il suo ordine di arresto ai domiciliari, ma poi - su consiglio dei difensori - il titolare della società Servizi Nautici Srl, Mauro Cucca, ha deciso oggi di avvalersi della facoltà di non rispondere.

In un palazzo di giustizia praticamente ormai deserto si è così chiuso in pochi minuti l'interrogatorio di garanzia dell'imprenditore arrestato dal nucleo investigativo della Forestale all'interno dell'inchiesta del pm Andrea Vacca su presunte tangenti chieste dall'imprenditore ad altri colleghi del settore turistico per velocizzare pratiche al Comune di Villasimius.

Nell'indagine - ma con l'ipotesi di falso - sono indagati anche il responsabile del settore pianificazione, gestione e tutela del territorio del Comune di Villasimius, Giovanni Barracciu e una funzionaria dello stesso Comune, Valentina Escana.

Con loro è finito nei guai anche il Comandante della Polizia Municipale, Pierluigi Casu, accusato dalla Procura di divulgazione di segreto istruttorio e favoreggiamento per aver ritardato la denuncia di una microspia scoperta nell'ufficio dell'imprenditore.

La cimice era stata piazzata proprio dagli investigatori della Forestale.

Difeso dagli avvocati Antonio Incerpi e Leonardo Filippi, oggi Mauro Cucca è comparso davanti al gip Giovanni Massidda per l'interrogatorio di garanzia ma si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • pierolog 03/08/2018 14:40:14

    quindi Casu è stato denunciato dagli investigatori della forestale per la ritardata denuncia di una microspia che loro stessi hanno messo? FANTASTICO